L’impegno di Confitarma per una blue economy più green

Online e7

Se si vuole aiutare l’ambiente bisogna andare tutti nella stessa direzione. Questo, in estrema sintesi, il messaggio emerso dall’assemblea annuale di Confitarma, a cui il nuovo numero di e7 dedica la cover story.

“È necessario un tavolo di confronto con il Governo per un intervento di natura pubblica che eviti la delocalizzazione o, peggio, la scomparsa di aziende storiche”, secondo il presidente della Confederazione Mario Mattioli, rafforzando così il dialogo “in materia ambientale”.

Tra i punti fermi di questo confronto ci sono i limiti alle emissioni delle navi imposti dall’Imo, la possibilità di rifornirsi in Italia per le navi a Gnl, la capacità di intercettare finanziamenti Ue a sostegno della ricerca e sviluppo di soluzioni carbon free.

Tra i relatori dell’assemblea anche il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: “Non dobbiamo guardare solo a indicatori economici ma anche a quelli che parlano di benessere. Sapete che questo Governo ha chiesto un patto ambientale ritenendo il tema prioritario. Chiedo anche a voi di lavorare per una politica orientata al green new deal”.

Varie le interviste che animano questo numero del settimanale, come quella al presidente dell’Unione Petrolifera, Claudio Spinaci, sugli attacchi agli oleodotti in Italia: “Siamo passati dai 165 del 2015 ai 3 di quest’anno. L’obiettivo è rendere sempre più diretto e immediato lo scambio di informazioni con iniziative sul territorio, continuando a migliorare il monitoraggio. Abbiamo in programma incontri presso le Prefetture interessate”.

È dedicato, invece, alla “plastic tax” pensata dal Governo nel Ddl Bilancio il confronto con Filippo Brandolini, vicepresidente di Utilitalia: “Dal punto di vista delle imprese di gestione dei rifiuti il limite della tassa è non distinguere tra plastiche vergini e plastiche da riciclo. Il timore, dunque, è che ci possa essere un freno alla politica di raccolta differenziata e riciclo della plastica, come noto la frazione merceologica dei rifiuti più complessa. Tra l’altro in un momento in cui molte aziende stanno investendo per potenziare le due fasi e l’impiantistica”.

Infine Faib Confesercenti si esprime sullo sciopero dei lavoratori addetti alle stazioni di rifornimento carburante: “Proporremo una serie di misure per contrastare l’illegalità fiscale nel settore e assicurare una corretta competizione”. Inoltre, “occorre intervenire sulla rete carburanti con una vera razionalizzazione e prevedere investimenti strutturali, atti ad adeguare la rete italiana a standard qualitativi accettabili, in linea con l’Europa, per gli impianti che rimarranno dopo il processo di ammodernamento”.

Completano questo numero di e7, oltre le consuete rubriche (Visto su Quotidiano Energia, Visto su Canale Energia e News Aziende), i dati dell’Electricity market report 2019 dell’Energy&strategy group del Polimi. Il percorso di ampliamento dei soggetti abilitati a partecipare al mercato per i servizi di dispacciamento, in particolare, ha preso il via con la delibera 300/2017 dell’Arera e ha visto un riscontro positivo da parte degli operatori: sono state abilitate a partecipare a questo mercato nuove risorse per oltre 1100 MW di capacità complessiva, che corrispondono a circa 150 Uvam – Unità virtuali abilitate miste.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

Media Kit

Comunità energetiche e stabilità della rete nazionale: le due vie di sviluppo dell’idroelettrico

Pubblicato il nuovo numero del settimanale e7. Nella cover story a colloquio con il presidente di Federidroelettrica, Paolo Picco. In questo numero anche il commento di Dario Soria (Assocostieri) sui provvedimenti delle Entrate per il settore del bunkeraggio

Prevedere la generazione distribuita di energia idroelettrica per la crescita delle comunità energetiche e conferire all’idroelettrico, fonte rinnovabile e programmabile, il ruolo di regolatore primario della stabilità nella rete elettrica nazionale.

Queste le due strade di sviluppo per il comparto approfondite da e7 con il presidente di Federidroelettrica, Paolo Picco. Oggi i produttori guardano in maniera nuova all’idroelettrico “distaccata dagli incentivi”, sottolinea Picco. Con il decreto Fer1 l’Esecutivo ha stabilito dei “contingenti bassi” e, di fatto, ha garantito l’incentivo solo agli impianti di tipo puntuale. Dunque, “siamo in attesa del Fer2”, nel quale “dovremo capire se i contingenti saranno alzati”.

Ampio il dossier sull’ambiente raccolto nel corso della fiera Ecomondo di Rimini, dove si è inevitabilmente discusso di plastic tax, al centro delle cronache di questi giorni, ma anche della riforma organizzativa del Minambiente e delle infrazioni europee sulla bonifica dei siti inquinati. Per quest’ultimo aspetto, in particolare, si è scesi da 81 a 42 siti sotto la lente dell’Ue, ora “ne rimangono 39 e sono i più difficili”, come spiega a e7 il commissario straordinario Giuseppe Vadalà.

Di interesse anche il convegno “Sistemi tariffari e regolazione nella gestione dei rifiuti”, dove e7 ha raccolto le video interviste con Giordano Colarullo, Paolo Carta e Luca Mariotto di Utilitalia, oltre che con Lorenzo Baldelli di Arera e Andrea Lanuzza di Gruppo Cap. Completa il dossier dedicato alla Fiera di Rimini il “3 domande a” con Donato Rotundo di Confagricoltura; la confederazione a Ecomondo ha sottoscritto con Q8 un accordo di sviluppo per il biometano.

Dopo generazione energetica e ambiente, protagoniste in questo numero del settimanale anche le infrastrutture di rete. Fausto Costa e Claudio Serafino di Terna, in particolare, approfondiscono i piani di efficientamento energetico nei consumi delle 881 stazioni che compongono il network del Tso. Terna, dunque, ha deciso di partire dall’analisi del comportamento di un campione ristretto di stazioni per riuscire a migliorare la gestione dell’energia progressivamente in tutti gli altri siti, collaborando con Enea.

Dalle reti fisiche a quelle immateriali dei trasporti marittimi. Dario Soria, direttore generale Assocostieri, firma un commento su una recente circolare dell’Agenzia delle Entrate con cui si esclude la certificazione Mid dai sistemi di monitoraggio dei rifornimenti portuali attraverso bettoline. Una prescrizione che fino a oggi aveva creato “una situazione critica”, secondo Soria.

Per quanto riguarda i rifornimenti stradali di carburanti, invece, il presidente di Faib Confesercenti, Martino Landi, ha fatto il punto a e7 sugli esiti dello sciopero dei distributori del 6 e 7 novembre scorsi. “Non sono solo gli adempimenti fiscali e burocratici a mettere in crisi il settore ma anche e soprattutto il continuo moltiplicarsi di impianti presidiati da lavoratori senza contratto o con contratti precari e illegali. Uno stato di fatto che dovrebbe preoccupare non solo i gestori e le loro organizzazioni, quanto soprattutto le altre componenti del settore (dalle compagnie petrolifere ai retisti indipendenti seri) e il Governo stesso che, al contrario, continua a mostrarsi indifferente agli allarmi ripetutamente lanciati”.

Completano questo numero del settimanale, oltre alle consuete rubriche (Visto su Canale Energia e News dalle Aziende), i dati del Blue Book 2019 Utilitalis e dell’approfondimento Istat “Utilizzo e qualità delle risorse idriche in Italia”, sul settore dell’acqua, oltre che del white paper “The acceleration of cloud computing for utilities” elaborato dall’agenzia di ricerca americana Zpryme.

“Ci sono delle sfide nel passaggio al cloud”, scrivono gli analisti americani. “Le utility sono ancora preoccupate su aspetti come sicurezza, privacy, costi e integrazione. Tuttavia, queste applicazioni offrono oggi funzionalità avanzate di governance e sicurezza dei dati che garantiscono contemporaneamente flessibilità e modularità. Il cloud aiuta anche a guidare l’innovazione per stare al passo con le tendenze del settore attraverso continui aggiornamenti di software e nuove caratteristiche”.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

Media Kit

© Copyright - Gruppo Italia Energia S.R.L. P.iva 08613401002
Registrato presso il Tribunale di Roma con il n. 221 del 27 luglio 2012