Tee, Italcogen: Meccanismo funziona, ma criticità sulla governance

I temi del dibattito pubblico dell’Assemblea dell’associazione. È online e7

Un meccanismo che “funziona”, ma che presenta delle criticità a livello di governance. e’ il quadro relativo ai certificati bianchi emerso ieri a Milano nel corso del dibattito pubblico dell’Assemblea di Italcogen, l’Associazione dei costruttori e distributori di impianti di cogenerazione di Anima – Confindustria su e7 i commenti video a margine dell’evento del presidente di Italcogen Marco Golinelli e del vicepresidente Marco Baresi.

Segue un estratto dei dati del “Rapporto annuale certificati bianchi” pubblicato dal Gse proprio ieri, con un focus su quanto prodotto dal comparto industriale (la cogenerazione è il 2% di Tee).

Parliamo invece di regolazione nel settore idrico e, in particolare, analisi del nuovo metodo tariffario per il terzo periodo (2020-2023, Mti-3) nel “3 domande a Lorenzo Furia, responsabile servizio tutela del consumatore presso l’Autorità idrica toscana, incontrato al seminario Anea. Con lui abbiamo approfondito la delibera Arera 547/2019/r/idr del 17 dicembre 2019 sulla qualità contrattuale.

Negli “scenari” abbiamo la prospettiva dell’Unione petrolifera rispetto l’impatto sulle esportazioni verso il nostro Paese del petrolio considerata la difficile situazione creata dal conflitto tra l’esercito nazionale libico, guidato da Haftar, e il Governo di tripoli riconosciuto dalle nazioni Unite.

A chiudere il numero oltre le consuete rubriche “visto su” e “news aziende” anche uno sguardo alle opportunità per le rinnovabili
in Africa occidentale.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Lavorare nelle utility, numeri e riflessioni di un settore che cerca innovazione

È online e7

Gli under 40 nelle aziende dei servizi pubblici locali rappresentano circa il 20% della forza lavoro, mentre gli over 50 sono circa il 50% apre con i dati del “Rapporto Lavoro 2020” di Utilitalia questo numero di e7.

“Esiste un progressivo assottigliamento di giovani che entrano nel mercato del lavoro” parallelo “all’invecchiamento” degli attuali occupati, ha sottolineato Claudio Lucifora, consigliere Cnel e docente di Economia politica all’Università Cattolica di Milano. Si riscontra così un “mismatch tra le esigenze di reclutamento e la disponibilità di mercato di competenze 4.0” che interessa anche il mondo delle utility e che “nei prossimi decenni rappresenterà una sfida epocale per le imprese”.

Nel numero anche il commento ai dati del report di Adolfo Spaziani, senior advisor di Utilitalia e le infografiche rispetto la composizione della forza lavoro per classi di età e genere nei settori dell’associazione: acqua, gas, elettricità e ambiente. Sulle nuove professioni anche il “visto su Canale Energia” che annuncia l’arrivo della figura dell’Utility Manager.

Il “visto su QE” ci aggiorna su quanti Pniec sono stati depositati a Bruxelles. Il settimanale continua con uno sguardo sulle infrastrutture gas in Ue con i dati del report di Global energy monitor e una infografica sugli utilizzi del gas fossile nell’Unione.

Chiudono il numero oltre le consuete “news delle aziende“, anche i dati di installazione dell’eolico off shore e i dati Istat sulla industria italiana con il commento del presidente della Federazione Anie Giuliano Busetto.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

La IoT diventa più efficiente grazie all’Italia

Cover story del nuovo numero di e7 dedicata a uno studio del PoliMi

Ridurre il consumo di energia dei sistemi di calcolo alla base dell’intelligenza artificiale e dell’IoT. Questo l’obiettivo di quanto scoperto nel recente studio pubblicato da un team di ricercatori del Politecnico di Milano, protagonista della cover story di e7.

“Il trasferimento di dati dalla memoria rappresenta il più grosso contributo al consumo di energia e dispendio di tempo per i processori digitali”, spiega al settimanale il professor Daniele Ielmini, ordinario del dipartimento di elettronica, informazione e bioingegneria.

“Siamo partiti da un precedente lavoro, in cui avevamo dimostrato la possibilità di risolvere alcuni problemi algebrici, come i sistemi di equazione e l’inversione di matrice, mediante dei semplici circuiti di calcolo in memoria, in un solo passo operazionale”. Dunque, prosegue Ielmini, “abbiamo sviluppato questa nostra nuova soluzione per risolvere in un passo operazionale la regressione lineare e logistica che sta alla base di tanti problemi di intelligenza artificiale. Questa è una operazione che facciamo all’interno di matrici di memorie detti memristor”.

Le implicazioni pratiche del lavoro portato avanti al PoliMi rientrano in molti campi, ad esempio smart grid, industria 4.0 e smart mobility. Come spiega il prof. Ielmini: “Stiamo esplorando le varie possibili applicazioni che potrebbero trarre vantaggio dal calcolo in memoria”.

In Italia l’innovazione si declina anche nel campo dell’economia circolare. Un esempio arriva dal Gruppo Hera che ha aperto le porte alla stampa della sede di Aliplast (società del gruppo) a Ospedaletto di Istrana (Treviso) e di un impianto per la produzione di biometano a Sant’Agata bolognese.

Aliplast vede transitare ogni anno 1 miliardo di bottigliette in pet, a cui dà una seconda vita raggiungendo un fatturato nel 2019 pari a 120 mln di euro. Il sito di Sant’Agata Bolognese, invece, è stato inaugurato nel 2018 con un investimento di 37 milioni di euro e annualmente consente di ottenere, grazie alla lavorazione del rifiuto organico, 7,5 milioni di metri cubi di biometano per autotrazione da immettere nella rete gas e 20 mila tonnellate di compost per uso agricolo.

Su quest’ultimo settore, inoltre, è intervenuta Assolombarda presentando lo studio “La filiera del biometano: strumenti, meccanismi di funzionamento e opportunità”. In particolare, “il potenziale di sviluppo della filiera sulle tre principali matrici (Forsu, scarti agricoli e fanghi di depurazione) è sicuramente molto interessante, come dimostrano sia gli studi di settore citati nella bibliografia del nostro documento sia le interviste rilasciate per la ricerca da quattro grandi aziende dei gas tecnici (Sapio, Sol, Linde Gas ed Airliquid), realtà che guardano con interesse l’evoluzione del comparto su cui stanno investendo”, spiega a e7 Fabrizio Di Amato, vicepresidente Assolombarda e presidente di Maire Tecnimont.

“Anche per quanto riguarda il contributo al processo di transizione energetica, il ruolo del biometano sarà sicuramente di primo piano, in quanto supporterà la graduale riduzione dell’utilizzo di gas naturale. Il biometano è infatti una fonte energetica rinnovabile e sostenibile, perché è prodotto da biomasse pressoché inesauribili”.

Su questo numero del settimanale, oltre alle consuete rubriche: le “News dalle Aziende” e Visto su” QE e Canale Energia, i dati del rapporto mensile elaborato da Terna sui consumi elettrici in Italia e l’analisi di Vincenzo Triunfo (Ege) sulla generazione elettrica da Fer in Europa e nel nostro Paese.

“Possiamo affermare che questo decennio, appena entrato, sarà quello che vedrà imporsi l’energia da rinnovabile come fonte primaria per la generazione di elettricità in tantissimi Paesi dell’Unione”, secondo Triunfo. “Un record che vedrà l’aiuto da parte di una tecnologia di accumulo sempre più economica, quella elettrochimica, e una presenza di tecnologie smart e a elevata efficienza energetica che ridurranno in maniera significativa gli sprechi energetici in tanti settori”.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Sicurezza nucleare, necessario che la Commissione europea aggiorni il quadro giuridico

La relazione della Corte dei Conti UE protagonista della cover story nel nuovo numero di e7

La Corte dei Conti UE ha analizzato l’operato della Commissione europea nel sostenere l’implementazione delle direttive Euratom da parte degli Stati membri in tema di rifiuti radioattivi e combustibile esaurito (2011), sicurezza nucleare (2009) e norme fondamentali di sicurezza (2013), pubblicando il Rapporto speciale n. 3 nel quale si manifesta la “necessità di un aggiornamento del quadro giuridico e dei metodi e delle procedure attualmente applicati per valutare il recepimento, formulare pareri sugli investimenti nucleari e verificare gli impianti di monitoraggio della radioattività”.

Questo il tema al centro della cover story nel nuovo numero di e7. Per le due direttive sulla sicurezza, in particolare, risulta che gli Stati membri abbiano notificato le misure di recepimento entro il termine stabilito. La Commissione, inoltre, ha rispettato i 16-24 mesi fissati come parametro di riferimento per completare la verifica. Per quanto riguarda la direttiva rifiuti, invece, l’Esecutivo UE ha avviato quindici procedure di infrazione nei confronti dei Paesi che non hanno promosso per tempo misure di attuazione.

Dall’Europa alla Francia, su e7 anche il dibattito sulla chiusura del primo dei due reattori della centrale nucleare più antica del Paese di Fassenheim.

Dall’energia all’ambiente, nel settimanale anche l’intervista a Giuseppe Zappa dell’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima di Bologna (Cnr-Isac), che guida una ricerca su quanto il rapido incremento dei gas serra influenzi le piogge delle regioni mediterranee. Sempre dal mondo della ricerca, un’indagine dell’Università di Firenze, pubblicata su Nature Materials, che punta a sviluppare una nanostruttura basata su molecole magnetiche e superconduttori con proprietà quantistiche di frontiera.

Completa questo numero del settimanale un approfondimento sui dati pubblicati dall’Agid relativamente agli appalti innovativi della P.A., per il 21% adottati nei settori “energia e ambiente”. Lo chiudono le consuete rubriche Visto su Canale Energia, Visto su Quotidiano Energia e News dalle Aziende.

Ripartire dalla green economy

online il settimanale

Guardare all’emergenza climatica come un punto da cui ripartire. Con questo argomento apre il primo numero di e7 del 2020. E lo facciamo con la prima firmataria della mozione l’on. Rossella Muroni, LeU.

L’Italia ha chiuso il 2019 votando per l’emergenza climatica con la mozione approvata l’11 dicembre alla Camera dei deputati. Un atto che allinea la politica italiana al trend europeo e che porta con sé diverse innovazioni. Innanzitutto affrontare la questione non solo come un problema ma come un’opportunità per rinascere in una società più sostenibile, oltre che produttiva e competitiva, grazie a un sostegno più verde nei processi industriali. Un impegno che segue il percorso del green deal avviato dal secondo governo Conte.

“Mettere in discussione il sistema produttivo vuol dire anche disegnare uno scenario alternativo, perché comunque non possiamo smettere di produrre o di essere un paese industriale” spiega a e7 l’On. Rossella Muroni di LeU. “Nonostante questo, però, possiamo disegnare un futuro diverso”.

Segue un rapido excursus sui diversi tavoli e passi fatti dal Ministero dello Sviluppo economico verso il green new deal. Infine vediamo la riorganizzazione annunciata nel 2019 e operativa dal 2020 del Ministero dell’Ambiente. L’obiettivo è affrontare al meglio quello che il ministro Costa in una nota annuncia come: “l’anno della svolta e della grande sfida”. A cui segue uno riepilogo sui diversi aspetti della riorganizzazione.

Chiudono il numero i due “Visto su” Canale Energia e Quotidiano Energia che ci danno uno sguardo sull’attualità di questo inizio anno con: le proteste sul caro carburanti e l’apertura del tavolo di confronto al Ministero dei Trasporti e gli effetti sul petrolio dati dalle tensioni geopolitiche in seguito a quanto sta accadendo tra Iran e Usa.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

Servono dialogo e monitoraggio sui Paur in mano alle Province

online il settimanale

Il Paur (provvedimento autorizzatorio unico regionale) per gli impianti FV (riguarda anche l’eolico sotto i 30 MW) permette di stabilire tempi certi per la realizzazione degli impianti, per questo è strategico per il settore che sia attuato dagli enti preposti.

L’associazione Italia Solare ha scritto a Regioni e Province con l’obiettivo di informare sulla procedura e tracciare un quadro chiaro di quali enti ad oggi lo abbiano attuato. “Abbiamo verificato che, per carenza di risorse informative o perché in alcune regioni capitano poche pratiche, c’è reticenza nell’effettuare questa procedura”, spiega a e7 Emilio Sani, coordinatore GdL legislativo e regolatorio di Italia Solare. “Attraverso i nostri iscritti effettueremo anche un monitoraggio sull’andamento di tali procedure. Ci riserviamo, dove non si dà applicazione, di farci avanti nuovamente”.

Di convergenze nell’energia si occupa un report commissionato dall’Esecutivo UE che valuta le barriere normative nel collegare i settori gas ed elettricità: “La decarbonizzazione del sistema energetico dovrebbe essere associata a un livello crescente di integrazione di diversi vettori, in particolare gas, elettricità e calore. Mentre si prevede che la domanda complessiva di energia finale diminuirà a causa dell’efficienza, il consumo di elettricità dovrebbe aumentare. Questa domanda dovrebbe essere soddisfatta innalzando le quote di elettricità rinnovabile”. Inoltre, “mentre si prevede che l’uso del gas naturale sarà gradualmente eliminato entro il 2050, i nuovi gas inizieranno a circolare in quantità crescenti nelle infrastrutture. Di conseguenza, l’attenzione della regolamentazione dovrà passare dal gas naturale a una varietà di gas diversi (a basse emissioni di carbonio e rinnovabili)”.

In attesa di scoprire quali saranno i gas del futuro, nel presente Russia e Turchia stringono alleanze inaugurando il gasdotto TurkStream. L’opera assicurerà 31,75 miliardi di metri cubi di gas che transiteranno dal gasdotto, di cui 15,75 destinati alla Turchia. Le restanti quote sono per i mercati di Bulgaria e Serbia.

Dal gas all’elettricità, in questo numero del settimanale anche un approfondimento di Vincenzo Triunfo (Ege) sui consumi energetici delle stazioni radio base che supportano la telefonia mobile. “L’elevata diffusione sul territorio e l’esigenza di alimentare tali sistemi di telecomunicazione 24 ore su 24 per 365 giorni anno, rende necessario il monitoraggio dei consumi energetici di tali apparati. Il consumo medio giornaliero è stato calcolato in 96,9 kWh/giorno per un valore medio annuo di circa 35 MWh di energia elettrica consumata. Tenendo conto del numero di Srb presenti sul territorio nazionale, circa 70.000, avremo un consumo di circa 2,5 TWh/anno. Valore che rappresenta circa l’1% del consumo energetico elettrico del Paese e circa il 55% del consumo delle telecomunicazioni”.

Completano e7 le rubriche Visto su Canale Energia, Visto su Quotidiano Energia e News dalle Aziende.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Meno errori e imprecisione nella classificazione dei rifiuti con le linee guida Ispra

online il settimanale

Le linee guida nazionali sulla classificazione dei rifiuti e sulla caratterizzazione di pericolo delle sostanze. Il documento, in bozza dal 2015, è stato redatto e terminato a dicembre 2019.

“L’obiettivo cardine delle linee guida è cercare di avere uniformità a livello nazionale. Diamo indicazioni omogenee a chi ha il compito di classificare, di rilasciare autorizzazioni e a chi effettua controlli per evitare disparità nel trattamento”, spiega a e7 Andrea Lanz, responsabile area contabilità rifiuti dell’Ispra, in apertura del numero di questa settimana. Per riuscirci il documento riprende l’approccio metodologico europeo “aggiungendo indicazioni più dettagliate su tutte le fasi del processo”.

Restando sul tema delle linee guida, nel numero ripercorriamo i punti salienti del Piano integrato energia clima pubblicato ieri dal ministero dello Sviluppo economico e inviato all’esecutivo europeo per le valutazioni finali, attese per giugno di quest’anno.

Rispetto alla regolazione del sistema idrico integrato vediamo quanto emerso ieri nel corso dell’evento organizzato dall’Arera per spiegare l’evoluzione regolatoria del comparto e le specifiche sul recente pacchetto di misure adottate. Nel pezzo anche le interviste video al presidente dell’Autorità regolatoria, Stefano Besseghini e al componente del Collegio, Andrea Guerrini.

Seguono nel numero alcuni report come l’analisi Zpryme sull’uso dei dati di posizione da parte delle utility; gli effetti del 5G nella cybersecurity espressi dalla società di sicurezza informatica Palo Alto Network e i dati dei consumi energetici e petroliferi a cura, rispettivamente, di Terna e Unione Petrolifera.

Chiude il numero, oltre alle consuete rubriche “visto su” Canale Energia e Quotidiano Energia e “news aziende”, un articolo di scenario sullo storico accordo tra Israele ed Egitto per l’avvio delle esportazioni di gas dal Leviathan.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Corrente continua, strumento chiave per l’efficienza nelle smart city

online il settimanale

“C’è bisogno di creare un ecosistema di utenti finali e di aziende che abbiano voglia di essere leader in questo settore (la corrente continua ndr), per mostrare che è un sistema che dà benefici, sia dal punto di vista dell’efficienza energetica sia dell’integrazione futura delle energie rinnovabili”. Roberto Pomari, amministratore delegato di Lapp Italia, ieri mattina a Milano a margine del convegno “Rivoluzione energetica: il futuro dell’industria è in corrente continua?”, ha spiegato a e7 quanto l’alimentazione in corrente continua si configuri come un “cambio di paradigma” per affrontare in modo adeguato le sfide green del settore energetico.

Per raggiungere il traguardo al 2030 Paolo Rocco Viscontini, presidente di Italia Solare, ha individuato l’importanza nel Piano nazionale integrato energia e clima “di snellire gli iter autorizzativi dei grandi impianti” e di dare maggior spazio allo storage. La crescita dei sistemi di accumulo, come emerso dagli ultimi dati diffusi dall’Osservatorio di Anie Rinnovabili, Associazione di Federazione Anie, nei primi nove mesi del 2019 è stata timida è incostante. “Anie Rinnovabili auspica che il Pniec possa dar impulso ai sistemi di storage, fornendo un indirizzo chiaro, una pianificazione di medio-lungo termine e gli strumenti da adottare – ha commentato Alberto Pinori, presidente Anie Rinnovabili – ma occorre anche che legislatore e regolatore si adoperino successivamente per attuare quanto stabilito dal Pniec al fine di perseguire gli indirizzi stabiliti e di raggiungere gli obiettivi programmati”.

La presenza nel Pniec, evidenzia Viscontini, di “un’attenzione ben superiore a prima” a favore della generazione distribuita fa ben sperare nello sviluppo di progetti come PlatOne che punta a sviluppare l’integrazione della generazione distribuita di piccola taglia. “Si tratta di uno dei primi progetti finanziati in Europa che implementa la gestione della flessibilità energetica multilivello – spiega Ilaria Losa, responsabile del progetto per Rse – Questo grazie alla combinazione di misure di flessibilità, come accumuli, tecnologie domotiche, di automazione e alla tecnologia blockchain che genera molte aspettative. A livello inferiore, generatori, dispositivi di stoccaggio e consumo possono offrire e vendere le loro flessibilità”.

Prima dei “Visto Su” Quotidiano Energia e Canale Energia e delle “News Aziende”, il commento di Nicola Conenna, presidente Fondazione H2U, sul Ddl con delega al governo per la transizione energetica e la diffusione dell’idrogeno e un quadro degli scenari internazionali più rilevanti sul piano geopolitico e dei rischi su cui le imprese italiane dovranno concentrare la loro attenzione con il report dell’Ispi “Il mondo che verrà 2020”.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

© Copyright - Gruppo Italia Energia S.R.L. P.iva 08613401002
Registrato presso il Tribunale di Roma con il n. 221 del 27 luglio 2012