Idrogeno rinnovabile, inquinamento, energia e innovazione: riflessioni in vista della Giornata mondiale dell’Ambiente

Online l’ultimo numero di e7

L’idrogeno prodotto da fonti rinnovabili è una delle tecnologie sulla quale la Commissione europea ha deciso di puntare con il Next Generation EU, il piano per la ripresa presentato dalla presidente Ursula Von Der Leyen. In Europa si sta provando a rendere la filiera economicamente più competitiva e il trasporto più sicuro, per l’ambiente e la salute umana. La normativa, la regolazione e la tecnologia sono le tre macro-aree che si sviluppano in parallelo per garantire all’idrogeno un terreno fertile di crescita.

“Nel breve periodo il blending (la miscelazione di gas naturale e idrogeno ndr) potrà dare inizio a un uso dell’H2 importante”, ha commentato Dina Lanzi, head of technical hydrogen di Snam durante il webinar “Energia dall’idrogeno: trasporto, stoccaggio e handling dell’idrogeno”. L’obiettivo dell’azienda è di rendere i 33.000 km di rete idonei al trasporto dell’idrogeno, miscelato ma auspicabilmente puro.

In occasione della Giornata mondiale dell’ambiente, che si celebrerà il prossimo 5 giugno, e7 intervista Antonio Borbone, presidente Associazione nazionale gestori ambientali (Angam), tra le realtà che hanno sottoscritto il manifesto “Uscire dalla pandemia con un nuovo Green deal per l’italia”. Per Borbone quest’anno la ricorrenza è “paradossale” in quanto il lockdown “ha portato un beneficio: quello ambientale (in senso generale). Ora dobbiamo decidere se sfruttare questo slancio inaspettato o tornare indietro, sprecando tutto”.

La pandemia di Covid-19 ha portato anche a riflettere anche su quanto il “ruolo dell’innovazione, ieri opzionale e apprezzato, diventa oggi obbligatorio e preteso da tutti gli operatori che senza energia si troverebbero nell’impossibilità di svolgere qualsiasi attività”, commenta su e7 Andrea Penza, presidente Aict.

L’ultimo numero del settimanale chiude con il “Visto su Quotidiano Energia”,e il lancio de “Il mensile di Canale Energia”, infine le “News aziende”.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Bioeconomia: Logiche produttive resilienti per la ripresa post Covid-19

Online l’ultimo numero di e7

La bioeconomia è uno dei comparti che sta affrontando meglio la crisi causata dal Coronavirus grazie a “logiche produttive resilienti” e a strategie capaci di proiettare il settore verso “una visione di futuro nuova e sostenibile”. A tracciare questo quadro è stato un web in air organizzato da Ecomondo e Key energy venerdì 5 giugno che apre l’ultimo numero di e7. “La bioeconomia è un settore che ha un grande rilievo da un punto di vista economico, ambientale e sociale”, ha spiegato il presidente del comitato scientifico di Ecomondo, Fabio Fava. Il presidente ha anche evidenziato come ci siano state delle perdite “inferiori rispetto a quelle di altri comparti”.

Il settimanale spazia dal tema della bioeconomia -anche circolare- all’economia blu, dal settore forestale al comparto alimentare.

Nell’intervista a Michele de Nigris, direttore dipartimento Sviluppo sostenibile e Fonti energetiche di Rse, la piattaforma europea Etip Snet che rappresenta uno dei più importanti strumenti per l’approfondimento sui principali temi legati alle reti energetiche.

Sulle prove di armonizzazione per il mercato Gnl in Europa, e7 propone l’analisi in un nuovo studio pubblicato dalla Commissione europea.

Nel numero anche il dibattito emerso in occasione della presentazione dell’Irex Annual Report 2020 di Althesys il problema del freno autorizzativo allo sviluppo delle Fer. “Siamo passati dal 27% del 2018 al 51% del 2019, con una potenza che sale da 2,6 GW a 6,4 GW”, ha spiegato nel suo intervento Alessandro Marangoni, ceo di Althesys. “Circa il 53% di questi progetti, pari a 2,3 GW- ha aggiunto – sono impianti in Italia e sono in attesa delle autorizzazioni, procedure che rimangono uno snodo critico per il settore”.

Infine oltre alle consuete rubriche “Visto su” QE e Canale Energia e le “News aziende”, il punto sul “Piano Colao” per lo sviluppo in Italia delle infrastrutture e delle opere ambientalmente compatibili.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Economia circolare della carta, un passo falso nel recepimento delle direttive Ue

È on line e7

Recepimento delle direttive europee del Pacchetto Economia circolare e rischi per il settore del recupero e riciclo della carta, con l’intervista a Francesco Sicilia, direttore generale di Unirima, Unione nazionale imprese recupero e riciclo maceri, apre il numero di e7 di questa settimana. “Le modifiche apportate allo schema del decreto legislativo di recepimento della direttiva europea 2018/851, ora all’esame delle commissioni Ambiente di Camera e Senato, nella forma attuale costringeranno alla chiusura migliaia di imprese del settore del recupero“ spiega Sicilia. “30 milioni di tonnellate di rifiuti speciali diventerebbero urbani e sottoposti alla privativa comunale sottraendoli al mercato del riciclo, con gravissime ripercussioni in termini di efficienza e competitività”.

Nel numero anche un excursus sui carburanti che guardano alla sostenibilità con il punto su idrogeno per decarbonizzare l’industria, il ruolo del Gnl nei trasporti e le potenzialità dei cosidetti low-carbon liquid fuels per gli obiettivi carbon neutral al 2050 proposti da FuelsEurope.

Guardiamo poi alle sfide del settore termoelettrico anche alla luce della complessità portata dal coronavirus, con gli interventi di Davide Di Stasio, generale manager GE Gas Power Italia, Alessandro Gaglione, direttore di produzione Tirreno Power e Luigi Mottura, direttore settore termoelettrico Edison.
Chiudono il numero le consuete rubriche “Visto su” Canale Energia e Quotidiano Energia e “News aziende”.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Decarbonizzazione tra nuove tecnologie e ottimizzazione delle rinnovabili

È on line e7

Questa settimana su e7 parliamo di tecnologie e prospettive legate alla decarbonizzazione del sistema energetico italiano. La Sardegna può rappresentare un laboratorio di innovazione che diventi capofila di un mix energetico e infrastrutturale, come dimostrato dallo studio di Wwf Italia “Analisi preliminare sul possibile percorso di decarbonizzazione della Sardegna” commissionato al gruppo Relab del Politecnico di Milano.

Il fotovoltaico in questo scenario svolge un ruolo importante. Il “Rapporto statistico sul Solare fotovoltaico 2019” pubblicato dal Gse segnala un aumento di 750 MW di potenza installata nel Paese a fronte di 58 mila nuove installazioni. Implementazioni importanti per superare il limite del Paese: secondo l’Irex annual report l’energia pulita, la tutela del clima e la concorrenza sono frenate da un mercato elettrico ormai superato dalla trasformazione della struttura industriale e tecnologica del settore.

Non solo tecnologia, anche l’economia circolare svolge un ruolo centrale per il recupero di risorse primarie. Su questo si concentra il Circular housing project. L’iniziativa prevede “un servizio di locazione di unità abitative in social housing che includa il noleggio di arredamenti ed elettrodomestici, definendo un modello pienamente circolare che considera tutte le fasi del ciclo di vita dei beni e comprende tutti gli attori dell’intera filiera”, spiega nel “3 domande a” di questa settimana Luca Campadello, projects & researches manager di Ecodom, tra i partner dell’iniziativa.

Il settimanale approfondisce anche il ruolo che il Decreto Rilancio potrebbe svolgere nella tutela del dissesto idrogeologico con l’intervento dell’ing. Salvatore Alecci, presidente Associazione idrotecnica italiana, sezione Sicilia orientale.

Chiudono il numero oltre al report UP, le consuete rubriche “Visto su” Quotidiano Energia e Canale Energia e le “News aziende”.

Covid-19, il ruolo della bioeconomia per una ripartenza green

Online l’ultimo numero di e7

La pandemia Covid-19 ha posto al centro del dibattito mondiale la necessità di adottare modelli produttivi green per la ripresa economica. Tra i settori che possono rivestire un ruolo decisivo c’è anche la bioeconomia. Il comparto registra numeri importanti sia in Europa sia in Italia, ma ha bisogno di una “governance più efficace” e di una forte “sburocratizzazione” per dispiegare appieno il suo potenziale. In questo momento di crisi “la bioeconomia ci offre la possibilità di una filiera corta. Ciò e molto importante in quanto bisogna sviluppare resilienza contro la crisi”, ha commentato Mario Bonaccorso di Cluster Spring nel workshop online organizzato dal progetto Biovoices con la collaborazione del Cluster Spring.

Il Tar della Lombardia ha definito sfavorevole per gli operatori termoelettrici la tariffa applicabile per il trasporto del gas prevista dalla delibera Arera 575/2017/R/GAS. La misura riguarda anche le grandi industrie titolari di punti di prelievo sulla rete di trasporto gas. Sul settimanale “3 domande a” Tommaso Ferrario, partner di Amtf Avvocati, studio che ha seguito la vicenda.

Per capire com’è cambiata la qualità dell’aria durante l’emergenza Coronavirus, e7 riporta i dati del sistema Copernicus atmosphere monitoring service (Cams). Il sistema rileva i cambiamenti meteorologici nel periodo di riferimento e li analizza combinando un modello fisico-chimico dell’atmosfera a metodi avanzati di assimilazione dei dati.

Il campo di applicazione dell’Intelligenza artificiale è molto eterogeneo e comprende anche ambiti come l’energia, l’ambiente e le Tlc. Temi che saranno trattati nell’evento programmato a settembre dall’Università Pontificia Salesiana. Il confronto con Fabio Pasqualetti, decano della Facoltà, e con Giancarlo De Menna di Irideos, membro del comitato organizzativo dell’evento all’Università Salesiana di Roma.

L’epidemia globale minaccia la solidità e la sostenibilità del trasporto marittimo e della logistica. L’osservatorio Maritime Economy di Srm, il centro studi del gruppo Intesa Sanpaolo, ha prodotto l’Osservatorio Covid-19 sui trasporti marittimi e la logistica, primo working paper che analizza le ricadute più significative del virus sull’efficienza e la competitività del sistema manifatturiero. Intervista ad Alessandro Panaro, a capo del dipartimento Maritime and Energy di Srm.

Chiudono il numero le “News Aziende” e il “Visto su” di QE e Canale Energia.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Coronavirus e Green deal europeo, le sfide di una eco-ripresa

Il webinar Ecomondo-Key energy nella focus story del nuovo numero di e7

Uno degli interrogativi che per primi è stato posto nel corso dell’emergenza coronavirus è stata la necessità di reperire risorse per far fronte agli effetti negativi dell’emergenza sull’economia. La chiave di volta per la ripartenza, secondo quanto emerso nel corso di un webinar organizzato da Ecomondo-Key energy, è il Green deal europeo e, dunque, una reale svolta verso la sostenibilità dei processi produttivi e di consumo.

Il tema è al centro della focus story nel nuovo numero di e7. In particolare, secondo Fabio Fava dell’Università di Bologna, presidente del comitato tecnico scientifico della manifestazione di Rimini, non esiste “una strada diversa da quella indicata dal Green deal europeo per guardare oltre e poter garantire al nostro Paese una più solida e sapiente strategia di giusta ripresa economica nel breve e nel medio periodo”.

A tradurre questa visione in un percorso concreto è stato il sottosegretario all’Ambiente Roberto Morassut, per il quale, ad esempio, “la decarbonizzazione del trasporto pubblico locale è a portata di mano. Ci sono le condizioni tecnologiche e normative, bisogna però aumentare le risorse e avere il coraggio di fare una politica di un certo tipo”. Tra i partecipanti al webinar anche l’europarlamentare Simona Bonafé e il presidente della Fondazione per lo Sviluppo sostenibile, Edo Rochi.

Un contributo al Green deal UE possono darlo anche biometano e idrogeno, come rilevato in uno studio commissionato e pubblicato dalla DG Energy della Commissione europea. “Uno scenario incentrato sull’accoppiamento del settore elettrico e di quello gas, in cui l’idrogeno svolge un ruolo centrale, offrirebbe il risultato meno costoso”, scrivono gli autori del report, per i quali la domanda gas fino al 2030 dovrebbe diminuire del 20-30%.

Rispetto all’impatto del Covid-19 sul consumo di combustibili derivati del petrolio l’analisi dell’ing ed Ege Vincenzo Triunfo evidenzia come: “Il calo della domanda di petrolio e derivati è stata di circa il 5% nel primo trimestre”, con la benzina che ha toccato -51% a marzo. Trend evidente nel report periodico dell’UP che evidenzia un meno 31,1% nei consumi petroliferi nazionali, nel solo mese di marzo.

Di coronavirus ed efficienza energetica ha parlato anche Vittorio Cossarini, presidente di Assoesco, nel “3 domande a” di e7: “Le imprese del settore efficienza, quindi le persone che ci lavorano, sembrano reagire meglio di altre all’emergenza. In parte per fattori oggettivi legati al tipo di operatività, ma anche perché sono aziende giovani portate all’innovazione e alla digitalizzazione, che sta diventando un fattore trainante dell’efficienza”.

Completano questo numero del settimanale, oltre le consuete rubriche (“Visto su” Canale Energia, “Visto su” Quotidiano Energia e “News dalle Aziende”), le osservazioni della Fire sulle comunità energetiche in risposta a una consultazione lanciata da Arera. Per la Federazione il Gse e l’Enea, con l’appoggio delle associazioni di settore, “possono promuovere adeguatamente questi sistemi sia verso la PA. sia verso gli altri utenti”.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

L’efficienza energetica nel DL Rilancio

Un excursus su alcuni dei principali punti previsti negli artt. 119 e 121
on line su e7 di oggi

Il DL Rilancio del Governo è stato pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale nel supplemento ordinario. L’art. 119 regola diverse misure volte al rilancio del settore edilizio con generosi bonus dedicati alla protezione antisismica e all’efficienza energetica. Abbiamo chiesto all’avv. Maria Serpieri, partner di Tonucci & Partners, di illustrarci gli aspetti previsti nell’art. 119 e 121 (articolo aggiornato alle ore 18 del 19 maggio). A completamento dell’apertura il commento sul Dl rilancio del presidente Rete Irene Manuel Castoldi, il managing director Fire Dario Di Santo e il vicepresidente AssoESCo Leonardo Santi.

Restando in tema di rilancio sostenibile, le Comunità montane italiane sono decise a diventare una best pratices di green community in grado di orientare la strategia europea per la montagna. Un lavoro che può essere portato avanti solo con uno stretto un dialogo sul territorio come emerge dal web in air “Green community: un’idea di Paese” organizzato da Uncem con il dipartimento Affari regionali e Autonomie della Presidenza del Consiglio. “Attivarsi per una politica di strategia green significa” come spiega Enrico Borghi, consigliere per la Montagna del ministro per gli Affari regionali e le autonomie nel corso del web in air, “ricostruire un’idea di Paese che sia in una relazione positiva e di forte mutuo contatto tra le realtà rurali e urbane, prendendo atto che il modello di sviluppo e di organizzazione comunitaria delle prime è l’unico in grado di consegnarci un avvenire”.

Sempre in tema di energia green vediamo il ruolo nuovo che i Ppa possono avere nell’industria del fotovoltaico anche a seguito dell’impatto del Covid-19 sul settore. Sugli effetti economici delle pandemie anche il volume “Il mondo che verrà, interpretare e orientare lo sviluppo dopo la crisi sanitaria globale”, pubblicato gratuitamente dal Consiglio nazionale nella collana “Quaderni del Cnel” di cui riportiamo alcune posizioni espresse degli autori.

Infine chiudono il numero e consuete rubriche “Visto su” Canale Energia e Quotidiano Energia, “News aziende” e un excursus su alcuni bilanci di sostenibilità pubblicati in questi giorni.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Porti quali modelli di sviluppo sostenibile

Il caso di Taranto. È on line e7

A poche ore dalla pubblicazione del 1° rapporto annuale Ue sulle emissioni del Trasporto marittimo, e7 di questa settimana apre con un dossier sulla sostenibilità nelle aree portuali.  Iniziamo dal porto di Taranto con il contributo di Alessandro Panaro, head of Maritime & Energy dpt. di Srm, centro studi del Gruppo Intesa Sanpaolo, che ha collaborato con l’Autorità di sistema portuale del mar Ionio alla stesura del Piano operativo triennale per il periodo 2020-2022.
Il Piano detterà le strategie dello scalo per il prossimo futuro verso in cui sostenibilità, intermodalità e ambiente sono al centro dello sviluppo di un modello di Porto 6.0. Non solo progettazione dei porti, la sostenibilità si fa anche con l’analisi delle correnti marine. Lo vediamo con Carlo Mantovani del Cnr-Ismar, coordinatore del progetto Impact, Impatto portuale su aree marine protette. Il progetto ha agito nel corso degli ultimi anni per armonizzare la tutela delle aree marine protette guardando allo sviluppo di aree portuali. Oggi il progetto si è evoluto con un monitoraggio di radar ad alta frequenza.

Segue nel numero la presentazione del rapporto Ispra-Snpa sui Rifiuti Speciali in cui, a più voci, i relatori del rapporto hanno chiesto procedure più semplici, regole condivise a livello europeo, attenzione al recupero di scarti e di energia. Torniamo anche in questo numero sul DL Rilancio con un contributo degli avv. Emilio Sani e Daniele Salvi, rispetto l’inserimento del fotovoltaico nel Superbonus e le limitazioni previste.

Infine chiudono il settimanale le consuete rubriche “Visto su” Quotidiano Energia e Canale Energia e “News Aziende” insieme a un approfondimento sul più grande impianto per la produzione di idrogeno “verde” in California.

Arbitrati e trattati internazionali, l’impatto sul Sistema Paese dei ricorsi vinti

e7 è on line

Si è concluso con rigetto da parte di un collegio sotto l’egida della Camera arbitrale di Stoccolma il ricorso di SunReserve contro l’Italia (QE 26 marzo – Spalma-incentivi FV, l’Italia vince nuovo arbitrato). La società si era appellata alle norme di tutela degli investimenti diretti stranieri contenute nella Carta dell’Energia per chiedere i danni che riteneva di aver subito dallo Stato italiano a seguito dell’applicazione del cosiddetto “Spalma incentivi” (Decreto Legge 91/2014, convertito in Legge 116/2014). Ma cosa vuol dire questo sul piano internazionale per l’Italia? Ne abbiamo discusso su e7 di questa settimana con Maria Chiara Malaguti, docente presso l’università Cattolica del Sacro Cuore e consulente del Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, che in tale veste coadiuva l’Avvocatura dello Stato negli arbitrati. Queste procedure “evidenziano quanto sia centrale la questione degli strumenti a disposizione degli investitori per la propria tutela e come i trattati internazionali a protezione degli investimenti diretti stranieri, tra cui anche la Carta dell’Energia, possano influire, soprattutto quando intervengono in dinamiche intra-europee, come in tutti i casi che hanno riguardato l’Italia (…) Si tratta di una problematica molto dibattuta anche a livello internazionale – prosegue Maria Chiara Malaguti – Nell’insieme le vittorie che abbiamo registrato fino ad oggi per lo meno dimostrano che il nostro Paese si muove nel solco del rispetto del diritto internazionale e della tutela di tutti gli interessi in gioco, pur nel loro bilanciamento e dovendo sempre avere a mente l’interesse generale”.

Il numero prosegue con un’intervista a Samir Traini, ricercatore partner di Ref Ricerche, rispetto lo studio sull’impatto della delibera 8/2020/R/idr dell’Arera che tratta le modalità di gestione e di utilizzo del Fondo di garanzia delle opere idriche.

Rispetto all’emergenza Coronavirus, vediamo le richieste di Assocostieri sul differimento accise e imposta di consumo, a cura della presidente dell’associazione Marika Venturi.

A chiudere il numero di questa settimana oltre alle consuete rubriche “Visto su” Canale Energia e Quotidiano Energia e “news dalle aziende”, lo studio realizzato da un gruppo di ricercatori SMaLL del Politecnico di Torino rispetto una tecnologia innovativa ed efficiente per raffrescare gli ambienti con acqua, sale e radizione solare.

Infine due indagini: una su come rendere il sistema produttivo del Sud più innovativo in sole tre mosse dal titolo “La transizione tecnologica nelle filiere produttive: sostenibilità e innovazione come chiave di sviluppo” pubblicata da Srm (Studi e Ricerche per il Mezzogiorno). E una seconda dedicata alla trasformazione digitale dei sistemi elettrici “Assessment and roadmap for the digital transformation of the energy sector towards an innovative internal energy market”, elaborato da Pwc, Tractebel ed Engi per conto della Commissione UE e pubblicato a marzo dalla DG Energy. In cui si individua nella digitalizzazione del sistema energetico il “fattore chiave per abilitare nuove opportunità”.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Carburanti, UP: Ora misure per l’enorme crisi di liquidità

e7 è on line

L’impatto dell’emergenza Covid-19 sul settore carburanti è al centro della focus story nel nuovo numero di e7, che apre con un’intervista al direttore generale dell’Unione Petrolifera, Marina Barbanti.

“Il crollo dei consumi dovuto all’emergenza sanitaria e al lockdown di molte attività produttive sta facendo emergere un’enorme crisi di liquidità che riguarda tutti gli operatori, grandi e piccoli, e sta mettendo a dura prova la tenuta del settore. È comunque necessario continuare ad assicurare un servizio ancora una volta riconosciuto come essenziale”.
Inoltre, prosegue Barbanti: “stiamo lavorando a una serie di proposte da portare all’attenzione del Governo”.
In questo numero anche l’aggiornamento su “I numeri dell’Energia” diffusi dall’UP, che stimano a gennaio 2020 un calo del 3% sulle importazioni di greggio in Italia. Primo esportatore verso il nostro Paese è l’Azerbaijan con il 22,7% del mercato.

Non solo carburanti, il Covid-19 si è fatto sentire, in termini di effetti economici, anche sul comparto del fotovoltaico. A questo aspetto è stato dedicato un webinar di Italia Solare nel corso del quale il presidente dell’associazione, Paolo Rocco Viscontini, ha illustrato i risultati di un’indagine condotta sugli associati tra l’11 e il 13 marzo. Dalle risposte raccolte è emerso come, nel periodo in esame, “il 74,2% degli intervistati aveva già registrato un calo degli ordini”. In particolare, il valore di tale riduzione si è collocato, secondo quanto affermato dal 40% degli intervistati, in un range che va dal 10 al 30%. Per un altro 10,6 % del campione, invece, il calo è stato compreso tra il 70 e l’80%.

Di Coronavirus si parlerà anche a ottobre a Milano in occasione della fiera Enlit che condensa in sé la European utility week e Powergen Europe (Gruppo Italia Energia sarà media country partner con tutte le sue edizioni): “L’argomento sarà presente nel programma, inoltre ci ha aiutato a sviluppare anche esperienze online nel nostro marketing”, spiega a e7 Paddy Young, direttore di Enlit Europe. “La salute viene prima di tutto, ovviamente, e soddisferemo tutti i criteri richiesti dalle autorità locali”.

Completano questo numero del settimanale, oltre alle consuete rubriche (Visto su Canale Energia, Visto su Quotidiano Energia e News dalle Aziende), la segnalazione dell’uscita di CH4 – la rivista italiana del gas, n.1 del 2020, e un’intervista a Margherita Palladino, relazioni istituzionali di Anita; Associazione nazionale imprese trasporti automobilistici di Confindustria che ha sottoscritto un accordo con il Gse per stimolare l’innovazione e la sostenibilità nel settore.

Infine, un approfondimento sul potenziamento del sistema ferroviario di Trieste e sullo sviluppo portuale della città.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Nell’emergenza Covid-19 il punto su rinnovabili, edilizia, transizione energetica, approvvigionamento ed efficienza energetica

e7 è on line

La proroga al 31 ottobre 2020 prevista nel decreto Cura Italia per l’assegnazione delle concessioni di grandi derivazioni d’acqua per uso idroelettrico offre anche alle piccole centrali nuove opportunità di sviluppo. Nell’intervista di apertura dell’ultimo e7 Paolo Picco, presidente di Federidroelettrica, spiega come potrebbe aiutare i piccoli impianti costruiti nel Nord Italia che “senza una specifica normativa rischiano di rientrare nelle grandi derivazioni”.

L’emergenza Covid-19 non ha fermato l’idroelettrico italiano ma l’ha gravato di oneri ulteriori. I costi, precisa Picco, sono troppo elevati a fronte dell’esubero dell’offerta rispetto alla domanda. La proposta avanzata da Federidroelettrica è che tutti gli assessorati competenti delle Regioni sospendano l’incasso dei costi fissi e lo posticipino al 31 dicembre. L’idroelettrico è comunque in prima linea per la ripresa green dell’Italia, al pari delle altre rinnovabili. I numeri di Coordinamento Free, di cui Federidroelettrica è socia, stimano 80 miliardi di investimenti di natura privata, 75 mila posti di lavoro permanenti e 117 mila temporanei. Uno sforzo forse mai profuso dal mondo delle rinnovabili, rimarca Picco.

Certo è che la crisi globale ha ridefinito i consumi di energia elettrica, come mostra l’analisi dell’Ing. Ege Vincenzo Triunfo condotta su Italia, Spagna, Stati Uniti con New York, California e Washington. Al contempo l’emergenza rappresenta anche uno “dei tanti spartiacque nella storia dell’umanità”, commenta Umberto Di Matteo, docente del Dipartimento di Ingegneria della Sostenibilità presso l’Università Marconi di Roma e presidente di Ises Italia. Incide “sul modo in cui produciamo, approvvigioniamo, consumiamo, efficientiamo o risparmiamo risorse come elettricità, gas o acqua” e “può rappresentare un punto di non ritorno per la transizione energetica dai combustibili fossili a quelli rinnovabili”. Le fossili sembrano in svantaggio: “Oggi il prezzo del petrolio è ai minimi storici ma questo non aiuta il settore, anzi. I prezzi bassi sono un sintomo della debolezza strutturale” e “i costi tecnologici dei combustibili fossili sono sempre in crescita e, al di sotto di un certo livello di prezzo, non hanno redditività”.

Guardando alla Fase 2, Rete Irene avanza dieci proposte per il rilancio dell’edilizia, settore fermo da marzo. Il manifesto dimostra la determinazione dell’intera filiera a reagire, spiega a e7 il presidente Manuel Castoldi, a patto di ricevere un supporto concreto e lungimirante dal governo.

Nel numero anche le consuete rubriche “Visto su” Canale Energia e Quotidiano Energia.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Giornata della Terra, intervista a Roberto Morassut, Minambiente

e7 è on line

Lo stop da Covid-19 sta ponendo molta attenzione rispetto l’ambiente. Fiumi che tornano limpidi, aria nelle città più respirabile, animali selvatici che si avvicinano ai centri urbani. Sembra essere tornati a “un anno zero” pre-industriale. Un’occasione unica per la Terra che ci fa intravedere come sia possibile e vicino un processo di reversibilità a dei comportamenti scorretti.

Con l’occasione della Giornata della Terra, abbiamo chiesto a Roberto Morassut, sottosegretario al ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, di illustrarci le prossime sfide e soprattutto i traguardi visti dal ministero dell’Ambiente.
Collegato ambientale, end of waste e trasporti pubblici, sono gli elementi al centro delle prossime disposizioni del Minambiente con “Un approccio virtuoso tra pubblico privato. Realizzando un patto tra qualità, semplificazione, defiscalizzazione e ambiente, per far in modo che le nostre città entrino in un regime diverso e si avvii una nuova epoca dello sviluppo urbano, soprattutto in altezza, scelta necessaria se vogliamo limitare il consumo di suolo” spiega Morassut.

Nella cover story di e7 questa settimana anche il punto di vista di Greenpeace Italia con Alessandro Giannì, direttore delle campagne e le opportunità date dalla bioeconomia circolare con Sofia Mannelli, presidente dell’associazione Chimica verde bionet.

Vediamo gli effetti sulla generazione di energia elettrica in Italia del Covid-19 con l‘analisi a cura dell’ing. ed Ege Vincenzo Triunfo seguito dai dati del report Terna.

Sempre in tema coronavirus, segue un approfondimento sul Golden Power nell’energia rispetto lo spartiacque degli aggettivi “strategico” e “critico”, a cura dell’ avv. Cristina Martorana partner Legance.

Infine oltre alle consuete rubriche “Visto su” Quotidiano Energia e “News aziende”, chiude  il numero quanto emerso nella presentazione della seconda edizione dello studio “Corridoi ed efficienza logistica dei territori”, realizzato dalla milanese Contship Italia, attiva nel mercato dei terminal container marittimi e nel trasporto intermodale, e da Srm, il centro studi di Gruppo Intesa Sanpaolo. Dallo studio si evidenzia come l’emergenza Covid-19 stia gravando sull’esportazione e importazione dei prodotti, ma ci siano comunque nuovi margini d’azione. Segue al report il commento di Daniele Testi presiedente di Sos Logistica.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

La spinta del Covid-19 alla transizione energetica in Italia ed Europa

e7 è on line

È troppo presto per capire come il lockdown influenzerà la transizione energetica europea e il raggiungimento dei target al 2030. Al momento si possono osservare i cambiamenti provocati dall’emergenza Covid-19 sul sistema elettrico. Le criticità principali si sono registrate nella fornitura dei componenti, in primo luogo per quelli che arrivano dalla Cina, e nelle attività di manutenzionein loco, rese difficili dalle restrizioni sanitarie in vigore. In generale, il calo della domanda determina “un rischio molto alto legato al distacco dei carichi delle rinnovabili non programmabili”, ha spiegato Alessio Cipullo, affari europei e ufficio studi di Elettricità futura, intervenuto ieri nel webinar promosso dall’Associazione “La transizione energetica in Italia ed europa: quali gli effetti del Covid-19?”. Il prezzo basso dell’elettricità potrebbe “determinare incertezze negli investimenti”, ha proseguito Cipullo, e “rallentare i progetti in grid parity”.
I relatori del webinar hanno offerto uno spaccato dei singoli settori.
L’auspicio è che il Recovery plan europeo si allinei agli obiettivi del Green deal per spingere una ripresa davvero sostenibile.

La pandemia ha anche cambiato il modo di lavorare: “Si parla tanto di smart working ma il tema non è solo come rendere intelligente, o agile, il lavoro ma il business e dunque l’impresa, perché il rischio è che tra poco il lavoro non ci sia più”, ha commentato a e7 l’avv. Andrea Maria Mazzaro, presidente di Federprofessional e vicepresidente dell’Associazione professionisti d’affari, intervenuto come relatore al webinar “Smart business, strumenti concreti per far ripartire la tua azienda”, organizzato da Asana S.r.l. e 3 Service S.r.l.

A contribuire alla ripresa dell’industria energetica anche la tecnologia innovativa dei reattori a membrana. Su e7 la spiega Marco Binotti, professore del Politecnico di Milano, tra i partner dell’iniziativa.

Quanto la sostenibilità garantisce migliori performance aziendali? Oppure è “un lusso” che possono permettersi solo le imprese con maggiori risorse? Utilitalia ha provato a dare il proprio contributo al dibattito presentando la ricerca “Misurarsi per migliorare”, la seconda edizione dell’analisi sulla sostenibilità all’interno del proprio sistema.

Rispetto l’influenza della pandemia sul legame tra ciclo dell’informazione e rifiuti abbiamo il commento di Donato Berardi e Michele Tettamanzi, del Laboratorio Ref Ricerche.

Chiudono il numero le “News aziende”, il “Visto su QE” e il “Visto su Canale Energia” con l’apertura del mensile di aprile.

Il mercato nero degli F-gas nuovo nemico dell’ambiente

è on line il settimanale e7

I dati sulle attività illegali in Europa e in Italia nella cover story di e7
L’Italia sconta un primato poco edificante: è in cima alla classifica europea per segnalazioni di illeciti nel mercato degli F-gas (42 su 228 nell’ultimo anno). È quanto spiega a e7 Diego Boeri, vicepresidente fluorochemicals di The Chemours Company, membro dell’European fluorocarbons technical committee (Efctc).
Proprio Efctc ha lanciato una “Action Line” che consente a chiunque di segnalare il commercio sospetto di F-gas, un’iniziativa al centro della cover story nel nuovo numero di e7. In Italia, sottolinea Boeri, “è stato possibile effettuare controlli più efficienti che hanno portato a sequestri di F-gas illegali. Le segnalazioni vengono effettuate da utenti e professionisti del settore su prodotti non conformi o venduti illegalmente sul mercato”. Più in generale, “L’importazione di gas fuori quota sta compromettendo gli sforzi di ricerca e sviluppo delle aziende e la transizione verso soluzioni alternative”.
In questo numero del settimanale anche l’intervista a Francesca Casarico, ricercatrice del Laboratorio servizi pubblici locali Ref Ricerche e coautrice di uno studio sulle difficoltà del Sud in campo idrico. “Solo per citare qualche dato emblematico, la metà dell’acqua immessa nelle reti non raggiunge l’utente finale, con il 51,3% delle perdite idriche”.
In tema di rapporti, su e7 anche due articoli sui dati Gse relativi alle aste CO2 e sulla survey “Accelerating the 5G future of business” realizzata da Accenture.
Nel primo caso, fa sapere il Gestore, nel 2019 l’Italia ha ricavato 1,3 miliardi di euro dallo scambio di quote di emissione di CO2, denominate Eua (EU Allowances). Il prezzo medio ponderato è stato 24,6 euro (contro i 15,43 € nel 2018, +60%).
Per quanto riguarda lo sviluppo delle Tlc, invece, “dal lancio dei primi dispositivi alle prove degli hotspot urbani, il 2019 è stato l’anno del 5G che ha davvero catturato l’attenzione del pubblico”
Oltre alle consuete rubriche (Visto su Canale Energia, Visto su Quotidiano Energia e News dalle Aziende), nel settimanale anche il nuovo piano di investimenti energetici del Brasile, che vuole impegnare 575 miliardi di euro, e i finanziamenti Bers per l’efficienza energetica residenziale in Albania, dove si punta a ridurre le importazioni di energia del 19%, il consumo finale del 28% e le emissioni di gas serra del 27%.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Cogenerazione, l’asso nella manica delle industrie per il Green deal

Nella cover story l’intervista a
François Paquet, public affairs manager
Cogen Europe

La cogenerazione “è una soluzione chiave per produrre elettricità e calore con meno energia e può contribuire in modo significativo” al raggiungimento degli obiettivi posti in nome del Green new deal. È quanto spiega a e7 François Paquet, public affairs manager Cogen Europe, protagonista nella cover story del settimanale.

“Noi riteniamo che le diverse tipologie di energia siano collegate: pensare al gas, al calore e all’elettricità come elementi separati non è un approccio vincente”. In quest’ottica Paquet si aspetta che le politiche europee possano creare “un ponte” tra questi settori in modo da “garantire che i benefici dati da soluzioni come la cogenerazione siano adeguatamente ed equamente presi in considerazione”.

Tra gli obiettivi posti dall’associazione anche la richiesta di “una migliore spiegazione dei vantaggi della cogenerazione nelle strategie nazionali” e “salvaguardare la sicurezza dell’approvvigionamento energetico, in particolare il calore per motivi di competitività”.

Energia protagonista anche nell’approfondimento firmato da Alessandro Fontana di Assoclima e dedicato a “I vantaggi di una corretta manutenzione delle torri di raffreddamento”.

Di sicura importanza è anche la lotta ai cambiamenti climatici. Tema su cui il Parlamento europeo ha presentato il 4 marzo una proposta legislativa volta a sancire un obiettivo di neutralità entro il 2050 e su cui e7 dedicato un articolo in cui si raccolgono diversi punti di vista sulla proposta presentata.

Completa questo numero di e7, oltre alle consuete rubriche (Visto su Canale Energia, Visto su Quotidiano Energia, News dalle Aziende), un approfondimento sulle “Linee guida per l’applicazione della disciplina End of waste” pubblicate dal Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (Snpa); provvedimento che ha l’obiettivo di assicurare “l’armonizzazione, l’efficacia e l’omogeneità dei controlli sul territorio nazionale”.

Infine due articoli dedicati ai dati Clusit sul rischio informatico e sul contributo dei Comuni al percorso di sviluppo sostenibile tracciato dall’Agenda Onu.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Coronavirus, l’Italia dell’energia che non si ferma

Il settimanale e7 dedica un dossier alle best practice di resilienza

Il Coronavirus, oltre che un’emergenza sanitaria, è anche un’emergenza lavorativa. Una situazione di stress per le aziende in ogni settore. Ad alcune esperienze virtuose di resilienza è dedicato il dossier che apre il nuovo numero di e7.

In rappresentanza delle utility abbiamo intervistato il presidente esecutivo del Gruppo Hera, Tomaso Tommasi di Vignano che ci conferma come prima misura di emergenza intrapresa sia la turnazione e la quarantena preventiva delle persone con professionalità cruciali “per garantire la continuità delle attività in caso di aggravamento della situazione, adottando e incrementando le misure igienico-sanitarie preventive in tutte le nostre sedi, impianti e punti di contatto fisico dislocati sui territori di riferimento, anche nelle zone in cui non erano presenti casi di Coronavirus”. Inoltre l’azienda, come annunciato la scorsa settimana si è fatta carico di una forma assicurativa che fornisce “una indennità da ricovero, una da convalescenza in seguito a ricovero in terapia intensiva e l’assistenza post ricovero”. Un’emergenza che dal Gruppo viene monitorata con attenzione consci che può rappresentare, come sostiene lo stesso presidente esecutivo, “un banco di prova forte che sicuramente ci fornirà preziose indicazioni per il futuro”.

Il comparto delle rinnovabili su cui tanto si sta spingendo per centrare gli obiettivi di sostenibilità italiani ed europei rischia di subire una battuta d’arresto significativa se non si prendono provvedimenti. È quanto spiegato da Simone Togni, presidente di Anev (Associazione che siede all’interno del Coordinamento Free), che sottolinea: “Innanzitutto posso con orgoglio dire che il nostro comparto sta facendo ogni sforzo necessario per dare una mano al Paese in questo momento difficile”. Ora, però, “non si chiedono soldi ma di fermare la burocrazia, come ha iniziato a fare il Gse su indicazione del Mise, che oggi impone tempistiche per la comunicazione di dati e informazioni statistiche, tempistiche per la realizzazione degli impianti, tempistiche per la connessione alla rete e per mantenere in vita gli iter autorizzativi ecc. che l’industria del settore non può rispettare a causa del blocco del Paese dovuto all’emergenza sanitaria”.

Un’altra esperienza arriva da Wärtsilä Italia che ha la sua sede principale a Trieste, dove sono impiegate 1.100 persone. “La produzione è stata riorganizzata mantenendo attive le fasi lavorative essenziali e garantendo che il personale operi in massima sicurezza”, spiega Marco Golinelli, director energy solutions. “Insieme alle Rsl, i cicli produttivi sono stati analizzati e riprogettati in tempi brevissimi per evitare di avere due o più persone ravvicinate sotto il metro di sicurezza e questo anche grazie alla progettazione di nuovi tool per agevolare ulteriormente la cosa. I lavoratori non occupati in officina che, a seguito della riorganizzazione temporanea, non sono operativi, resteranno a casa e avranno accesso agli strumenti di supporto previsti”.

A completare il dossier di e7 anche un “post it” su dichiarazioni e azioni intraprese da alcuni protagonisti del settore, come Confservizi, Utilitalia, Fise Assoambiente e Fise Unicircular, Faib Confesercenti, Fegica Cisl, Figisc Confcommercio e Assovetro, oltre a Mit e Arera.

Non solo emergenza, su e7 anche un approfondimento di Vincenzo Triunfo sul mercato internazionale del Gnl e le peculiarità dell’Italia in questo settore: “Lo sviluppo del Gnl in un mercato energetico maturo, quale quello dei trasporti via mare, rappresenta un’occasione per accelerare il cammino verso la decarbonizzazione del settore e per incrementare la diversificazione delle fonti energetiche”. Nel nostro Paese, però, “c’è ancora un’assenza o scarsità di punti di approvvigionamento nei porti. Siamo rimasti indietro rispetto al nord Europa nell’offerta infrastrutturale dei depositi per lo stoccaggio e rifornimento”.

Un aspetto su cui, invece, l’Italia e il sud Europa sono più avanti rispetto al nord è la sensibilità verso il tema del climate change. Si tratta di una delle considerazioni contenute in un’analisi del Laboratorio Spl di Ref Ricerche dedicata al green deal. Nel documento di ricorda come proprio l’Unione abbia istituito nel 2018 un Technical expert group (Teg) che a sua volta ha definito sei obiettivi “driver” per l’ambiente: mitigazione del cambiamento climatico, adattamento al cambiamento climatico, conservazione e sfruttamento sostenibile delle risorse idriche e marine, transizione verso l’economia circolare con contenimento degli sprechi e riciclo, prevenzione e controllo dell’inquinamento, protezione e salute degli ecosistemi.

Completano questo numero del settimanale le rubriche Visto su Canale Energia, Visto su Quotidiano Energia e News dalle Aziende.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Rinnovabili e digitalizzazione,
è in arrivo Platoon

Nel nuovo numero di e7 la cover story è dedicata a un progetto Ue su big data ed energia

Il progetto europeo Platoon (Digital PLAtform and analyticTOOls forceNergy), finanziato dal programma Horizon 2020 con 11,5 milioni di euro, promette di riuscire a elaborare entro il 2022 una piattaforma digitale per lo scambio di big data che migliori la gestione della generazione distribuita e favorisca il nascere di nuovi business legati all’energia. A questa iniziativa è dedicata la cover story di e7.

Platoon si occuperà di fornire una nuova generazione di strumenti in grado di garantire un coordinamento affidabile ed efficiente tra principali generatori, operatori di rete, prosumer e risorse energetiche distribuite. Questo perché “il processo di digital trasformation nel mondo dell’energia è attuale e riguarda un po’ tutti gli elementi della catena del valore”, come spiega a e7 Erminio Polito, responsabile Energy di Indra (partner del progetto).

In occasione della Giornata mondiale dell’acqua di domenica 22 marzo abbiamo intervistato Giordano Colarullo, d.g. Utilitalia che ha evidenziato come in tempi di Covid-19 il valore dell’acqua sia comunque emerso: “la risorsa potabile è fondamentale per garantire la sicurezza, visto che la regola d’oro è lavarsi le mani, e la continuità del servizio è importante. Dunque, con questa giornata è comunque emerso”. Nel numero anche le iniziative di Consiglio nazionale geologi, Anbi e Istat.

In questa fase di emergenza da coronavirus è interessante osservare i consumi energetici, sintetizzati dall’ing. Vincenzo Triunfo (Ege) per e7: “Il decreto dell’11 marzo ha certamente portato una diminuzione dei consumi nel settore produttivo e, in modo particolarmente sensibile, fino al 22 marzo, in quello relativo al terziario, mentre ha spinto verso l’alto i domestici. Pertanto, il valore percentuale di diminuzione di consumo del settore terziario è sicuramente più elevato di quello riportato nel complesso. Nelle prossime settimane l’eventuale e ulteriore diminuzione che si registrerà sarà dovuta soprattutto al fermo delle attività produttive”.

Continua l’analisi degli effetti da Covid-19 con i dati del Copernicus atmosphere monitoring service (Cams), il servizio di monitoraggio atmosferico fornito dal programma comunitario di osservazione satellitare della Terra. Segue il position paper a cura della Società italiana di medicina ambientale in cui si sostiene come l’incidenza dei casi di infezione sembra sia strettamente connessa con la concentrazione di particolato atmosferico.

Ancora dati e statistiche con le rilevazioni Terna, relativamente ai consumi elettrici di febbraio 2020, e di Unione Petrolifera, per quanto riguarda quelli petroliferi nel primo bimestre 2020.

Completano questo numero di e7 le consuete rubriche Visto su Canale Energia e Visto su Quotidiano Energia e un ricordo di Paolo Vettori, scomparso presidente di Assogasmetano.

Tee, Italcogen: Meccanismo funziona, ma criticità sulla governance

I temi del dibattito pubblico dell’Assemblea dell’associazione. È online e7

Un meccanismo che “funziona”, ma che presenta delle criticità a livello di governance. e’ il quadro relativo ai certificati bianchi emerso ieri a Milano nel corso del dibattito pubblico dell’Assemblea di Italcogen, l’Associazione dei costruttori e distributori di impianti di cogenerazione di Anima – Confindustria su e7 i commenti video a margine dell’evento del presidente di Italcogen Marco Golinelli e del vicepresidente Marco Baresi.

Segue un estratto dei dati del “Rapporto annuale certificati bianchi” pubblicato dal Gse proprio ieri, con un focus su quanto prodotto dal comparto industriale (la cogenerazione è il 2% di Tee).

Parliamo invece di regolazione nel settore idrico e, in particolare, analisi del nuovo metodo tariffario per il terzo periodo (2020-2023, Mti-3) nel “3 domande a Lorenzo Furia, responsabile servizio tutela del consumatore presso l’Autorità idrica toscana, incontrato al seminario Anea. Con lui abbiamo approfondito la delibera Arera 547/2019/r/idr del 17 dicembre 2019 sulla qualità contrattuale.

Negli “scenari” abbiamo la prospettiva dell’Unione petrolifera rispetto l’impatto sulle esportazioni verso il nostro Paese del petrolio considerata la difficile situazione creata dal conflitto tra l’esercito nazionale libico, guidato da Haftar, e il Governo di tripoli riconosciuto dalle nazioni Unite.

A chiudere il numero oltre le consuete rubriche “visto su” e “news aziende” anche uno sguardo alle opportunità per le rinnovabili
in Africa occidentale.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Lavorare nelle utility, numeri e riflessioni di un settore che cerca innovazione

È online e7

Gli under 40 nelle aziende dei servizi pubblici locali rappresentano circa il 20% della forza lavoro, mentre gli over 50 sono circa il 50% apre con i dati del “Rapporto Lavoro 2020” di Utilitalia questo numero di e7.

“Esiste un progressivo assottigliamento di giovani che entrano nel mercato del lavoro” parallelo “all’invecchiamento” degli attuali occupati, ha sottolineato Claudio Lucifora, consigliere Cnel e docente di Economia politica all’Università Cattolica di Milano. Si riscontra così un “mismatch tra le esigenze di reclutamento e la disponibilità di mercato di competenze 4.0” che interessa anche il mondo delle utility e che “nei prossimi decenni rappresenterà una sfida epocale per le imprese”.

Nel numero anche il commento ai dati del report di Adolfo Spaziani, senior advisor di Utilitalia e le infografiche rispetto la composizione della forza lavoro per classi di età e genere nei settori dell’associazione: acqua, gas, elettricità e ambiente. Sulle nuove professioni anche il “visto su Canale Energia” che annuncia l’arrivo della figura dell’Utility Manager.

Il “visto su QE” ci aggiorna su quanti Pniec sono stati depositati a Bruxelles. Il settimanale continua con uno sguardo sulle infrastrutture gas in Ue con i dati del report di Global energy monitor e una infografica sugli utilizzi del gas fossile nell’Unione.

Chiudono il numero oltre le consuete “news delle aziende“, anche i dati di installazione dell’eolico off shore e i dati Istat sulla industria italiana con il commento del presidente della Federazione Anie Giuliano Busetto.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

La IoT diventa più efficiente grazie all’Italia

Cover story del nuovo numero di e7 dedicata a uno studio del PoliMi

Ridurre il consumo di energia dei sistemi di calcolo alla base dell’intelligenza artificiale e dell’IoT. Questo l’obiettivo di quanto scoperto nel recente studio pubblicato da un team di ricercatori del Politecnico di Milano, protagonista della cover story di e7.

“Il trasferimento di dati dalla memoria rappresenta il più grosso contributo al consumo di energia e dispendio di tempo per i processori digitali”, spiega al settimanale il professor Daniele Ielmini, ordinario del dipartimento di elettronica, informazione e bioingegneria.

“Siamo partiti da un precedente lavoro, in cui avevamo dimostrato la possibilità di risolvere alcuni problemi algebrici, come i sistemi di equazione e l’inversione di matrice, mediante dei semplici circuiti di calcolo in memoria, in un solo passo operazionale”. Dunque, prosegue Ielmini, “abbiamo sviluppato questa nostra nuova soluzione per risolvere in un passo operazionale la regressione lineare e logistica che sta alla base di tanti problemi di intelligenza artificiale. Questa è una operazione che facciamo all’interno di matrici di memorie detti memristor”.

Le implicazioni pratiche del lavoro portato avanti al PoliMi rientrano in molti campi, ad esempio smart grid, industria 4.0 e smart mobility. Come spiega il prof. Ielmini: “Stiamo esplorando le varie possibili applicazioni che potrebbero trarre vantaggio dal calcolo in memoria”.

In Italia l’innovazione si declina anche nel campo dell’economia circolare. Un esempio arriva dal Gruppo Hera che ha aperto le porte alla stampa della sede di Aliplast (società del gruppo) a Ospedaletto di Istrana (Treviso) e di un impianto per la produzione di biometano a Sant’Agata bolognese.

Aliplast vede transitare ogni anno 1 miliardo di bottigliette in pet, a cui dà una seconda vita raggiungendo un fatturato nel 2019 pari a 120 mln di euro. Il sito di Sant’Agata Bolognese, invece, è stato inaugurato nel 2018 con un investimento di 37 milioni di euro e annualmente consente di ottenere, grazie alla lavorazione del rifiuto organico, 7,5 milioni di metri cubi di biometano per autotrazione da immettere nella rete gas e 20 mila tonnellate di compost per uso agricolo.

Su quest’ultimo settore, inoltre, è intervenuta Assolombarda presentando lo studio “La filiera del biometano: strumenti, meccanismi di funzionamento e opportunità”. In particolare, “il potenziale di sviluppo della filiera sulle tre principali matrici (Forsu, scarti agricoli e fanghi di depurazione) è sicuramente molto interessante, come dimostrano sia gli studi di settore citati nella bibliografia del nostro documento sia le interviste rilasciate per la ricerca da quattro grandi aziende dei gas tecnici (Sapio, Sol, Linde Gas ed Airliquid), realtà che guardano con interesse l’evoluzione del comparto su cui stanno investendo”, spiega a e7 Fabrizio Di Amato, vicepresidente Assolombarda e presidente di Maire Tecnimont.

“Anche per quanto riguarda il contributo al processo di transizione energetica, il ruolo del biometano sarà sicuramente di primo piano, in quanto supporterà la graduale riduzione dell’utilizzo di gas naturale. Il biometano è infatti una fonte energetica rinnovabile e sostenibile, perché è prodotto da biomasse pressoché inesauribili”.

Su questo numero del settimanale, oltre alle consuete rubriche: le “News dalle Aziende” e Visto su” QE e Canale Energia, i dati del rapporto mensile elaborato da Terna sui consumi elettrici in Italia e l’analisi di Vincenzo Triunfo (Ege) sulla generazione elettrica da Fer in Europa e nel nostro Paese.

“Possiamo affermare che questo decennio, appena entrato, sarà quello che vedrà imporsi l’energia da rinnovabile come fonte primaria per la generazione di elettricità in tantissimi Paesi dell’Unione”, secondo Triunfo. “Un record che vedrà l’aiuto da parte di una tecnologia di accumulo sempre più economica, quella elettrochimica, e una presenza di tecnologie smart e a elevata efficienza energetica che ridurranno in maniera significativa gli sprechi energetici in tanti settori”.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Sicurezza nucleare, necessario che la Commissione europea aggiorni il quadro giuridico

La relazione della Corte dei Conti UE protagonista della cover story nel nuovo numero di e7

La Corte dei Conti UE ha analizzato l’operato della Commissione europea nel sostenere l’implementazione delle direttive Euratom da parte degli Stati membri in tema di rifiuti radioattivi e combustibile esaurito (2011), sicurezza nucleare (2009) e norme fondamentali di sicurezza (2013), pubblicando il Rapporto speciale n. 3 nel quale si manifesta la “necessità di un aggiornamento del quadro giuridico e dei metodi e delle procedure attualmente applicati per valutare il recepimento, formulare pareri sugli investimenti nucleari e verificare gli impianti di monitoraggio della radioattività”.

Questo il tema al centro della cover story nel nuovo numero di e7. Per le due direttive sulla sicurezza, in particolare, risulta che gli Stati membri abbiano notificato le misure di recepimento entro il termine stabilito. La Commissione, inoltre, ha rispettato i 16-24 mesi fissati come parametro di riferimento per completare la verifica. Per quanto riguarda la direttiva rifiuti, invece, l’Esecutivo UE ha avviato quindici procedure di infrazione nei confronti dei Paesi che non hanno promosso per tempo misure di attuazione.

Dall’Europa alla Francia, su e7 anche il dibattito sulla chiusura del primo dei due reattori della centrale nucleare più antica del Paese di Fassenheim.

Dall’energia all’ambiente, nel settimanale anche l’intervista a Giuseppe Zappa dell’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima di Bologna (Cnr-Isac), che guida una ricerca su quanto il rapido incremento dei gas serra influenzi le piogge delle regioni mediterranee. Sempre dal mondo della ricerca, un’indagine dell’Università di Firenze, pubblicata su Nature Materials, che punta a sviluppare una nanostruttura basata su molecole magnetiche e superconduttori con proprietà quantistiche di frontiera.

Completa questo numero del settimanale un approfondimento sui dati pubblicati dall’Agid relativamente agli appalti innovativi della P.A., per il 21% adottati nei settori “energia e ambiente”. Lo chiudono le consuete rubriche Visto su Canale Energia, Visto su Quotidiano Energia e News dalle Aziende.

Ripartire dalla green economy

online il settimanale

Guardare all’emergenza climatica come un punto da cui ripartire. Con questo argomento apre il primo numero di e7 del 2020. E lo facciamo con la prima firmataria della mozione l’on. Rossella Muroni, LeU.

L’Italia ha chiuso il 2019 votando per l’emergenza climatica con la mozione approvata l’11 dicembre alla Camera dei deputati. Un atto che allinea la politica italiana al trend europeo e che porta con sé diverse innovazioni. Innanzitutto affrontare la questione non solo come un problema ma come un’opportunità per rinascere in una società più sostenibile, oltre che produttiva e competitiva, grazie a un sostegno più verde nei processi industriali. Un impegno che segue il percorso del green deal avviato dal secondo governo Conte.

“Mettere in discussione il sistema produttivo vuol dire anche disegnare uno scenario alternativo, perché comunque non possiamo smettere di produrre o di essere un paese industriale” spiega a e7 l’On. Rossella Muroni di LeU. “Nonostante questo, però, possiamo disegnare un futuro diverso”.

Segue un rapido excursus sui diversi tavoli e passi fatti dal Ministero dello Sviluppo economico verso il green new deal. Infine vediamo la riorganizzazione annunciata nel 2019 e operativa dal 2020 del Ministero dell’Ambiente. L’obiettivo è affrontare al meglio quello che il ministro Costa in una nota annuncia come: “l’anno della svolta e della grande sfida”. A cui segue uno riepilogo sui diversi aspetti della riorganizzazione.

Chiudono il numero i due “Visto su” Canale Energia e Quotidiano Energia che ci danno uno sguardo sull’attualità di questo inizio anno con: le proteste sul caro carburanti e l’apertura del tavolo di confronto al Ministero dei Trasporti e gli effetti sul petrolio dati dalle tensioni geopolitiche in seguito a quanto sta accadendo tra Iran e Usa.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

Servono dialogo e monitoraggio sui Paur in mano alle Province

online il settimanale

Il Paur (provvedimento autorizzatorio unico regionale) per gli impianti FV (riguarda anche l’eolico sotto i 30 MW) permette di stabilire tempi certi per la realizzazione degli impianti, per questo è strategico per il settore che sia attuato dagli enti preposti.

L’associazione Italia Solare ha scritto a Regioni e Province con l’obiettivo di informare sulla procedura e tracciare un quadro chiaro di quali enti ad oggi lo abbiano attuato. “Abbiamo verificato che, per carenza di risorse informative o perché in alcune regioni capitano poche pratiche, c’è reticenza nell’effettuare questa procedura”, spiega a e7 Emilio Sani, coordinatore GdL legislativo e regolatorio di Italia Solare. “Attraverso i nostri iscritti effettueremo anche un monitoraggio sull’andamento di tali procedure. Ci riserviamo, dove non si dà applicazione, di farci avanti nuovamente”.

Di convergenze nell’energia si occupa un report commissionato dall’Esecutivo UE che valuta le barriere normative nel collegare i settori gas ed elettricità: “La decarbonizzazione del sistema energetico dovrebbe essere associata a un livello crescente di integrazione di diversi vettori, in particolare gas, elettricità e calore. Mentre si prevede che la domanda complessiva di energia finale diminuirà a causa dell’efficienza, il consumo di elettricità dovrebbe aumentare. Questa domanda dovrebbe essere soddisfatta innalzando le quote di elettricità rinnovabile”. Inoltre, “mentre si prevede che l’uso del gas naturale sarà gradualmente eliminato entro il 2050, i nuovi gas inizieranno a circolare in quantità crescenti nelle infrastrutture. Di conseguenza, l’attenzione della regolamentazione dovrà passare dal gas naturale a una varietà di gas diversi (a basse emissioni di carbonio e rinnovabili)”.

In attesa di scoprire quali saranno i gas del futuro, nel presente Russia e Turchia stringono alleanze inaugurando il gasdotto TurkStream. L’opera assicurerà 31,75 miliardi di metri cubi di gas che transiteranno dal gasdotto, di cui 15,75 destinati alla Turchia. Le restanti quote sono per i mercati di Bulgaria e Serbia.

Dal gas all’elettricità, in questo numero del settimanale anche un approfondimento di Vincenzo Triunfo (Ege) sui consumi energetici delle stazioni radio base che supportano la telefonia mobile. “L’elevata diffusione sul territorio e l’esigenza di alimentare tali sistemi di telecomunicazione 24 ore su 24 per 365 giorni anno, rende necessario il monitoraggio dei consumi energetici di tali apparati. Il consumo medio giornaliero è stato calcolato in 96,9 kWh/giorno per un valore medio annuo di circa 35 MWh di energia elettrica consumata. Tenendo conto del numero di Srb presenti sul territorio nazionale, circa 70.000, avremo un consumo di circa 2,5 TWh/anno. Valore che rappresenta circa l’1% del consumo energetico elettrico del Paese e circa il 55% del consumo delle telecomunicazioni”.

Completano e7 le rubriche Visto su Canale Energia, Visto su Quotidiano Energia e News dalle Aziende.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Meno errori e imprecisione nella classificazione dei rifiuti con le linee guida Ispra

online il settimanale

Le linee guida nazionali sulla classificazione dei rifiuti e sulla caratterizzazione di pericolo delle sostanze. Il documento, in bozza dal 2015, è stato redatto e terminato a dicembre 2019.

“L’obiettivo cardine delle linee guida è cercare di avere uniformità a livello nazionale. Diamo indicazioni omogenee a chi ha il compito di classificare, di rilasciare autorizzazioni e a chi effettua controlli per evitare disparità nel trattamento”, spiega a e7 Andrea Lanz, responsabile area contabilità rifiuti dell’Ispra, in apertura del numero di questa settimana. Per riuscirci il documento riprende l’approccio metodologico europeo “aggiungendo indicazioni più dettagliate su tutte le fasi del processo”.

Restando sul tema delle linee guida, nel numero ripercorriamo i punti salienti del Piano integrato energia clima pubblicato ieri dal ministero dello Sviluppo economico e inviato all’esecutivo europeo per le valutazioni finali, attese per giugno di quest’anno.

Rispetto alla regolazione del sistema idrico integrato vediamo quanto emerso ieri nel corso dell’evento organizzato dall’Arera per spiegare l’evoluzione regolatoria del comparto e le specifiche sul recente pacchetto di misure adottate. Nel pezzo anche le interviste video al presidente dell’Autorità regolatoria, Stefano Besseghini e al componente del Collegio, Andrea Guerrini.

Seguono nel numero alcuni report come l’analisi Zpryme sull’uso dei dati di posizione da parte delle utility; gli effetti del 5G nella cybersecurity espressi dalla società di sicurezza informatica Palo Alto Network e i dati dei consumi energetici e petroliferi a cura, rispettivamente, di Terna e Unione Petrolifera.

Chiude il numero, oltre alle consuete rubriche “visto su” Canale Energia e Quotidiano Energia e “news aziende”, un articolo di scenario sullo storico accordo tra Israele ed Egitto per l’avvio delle esportazioni di gas dal Leviathan.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Corrente continua, strumento chiave per l’efficienza nelle smart city

online il settimanale

“C’è bisogno di creare un ecosistema di utenti finali e di aziende che abbiano voglia di essere leader in questo settore (la corrente continua ndr), per mostrare che è un sistema che dà benefici, sia dal punto di vista dell’efficienza energetica sia dell’integrazione futura delle energie rinnovabili”. Roberto Pomari, amministratore delegato di Lapp Italia, ieri mattina a Milano a margine del convegno “Rivoluzione energetica: il futuro dell’industria è in corrente continua?”, ha spiegato a e7 quanto l’alimentazione in corrente continua si configuri come un “cambio di paradigma” per affrontare in modo adeguato le sfide green del settore energetico.

Per raggiungere il traguardo al 2030 Paolo Rocco Viscontini, presidente di Italia Solare, ha individuato l’importanza nel Piano nazionale integrato energia e clima “di snellire gli iter autorizzativi dei grandi impianti” e di dare maggior spazio allo storage. La crescita dei sistemi di accumulo, come emerso dagli ultimi dati diffusi dall’Osservatorio di Anie Rinnovabili, Associazione di Federazione Anie, nei primi nove mesi del 2019 è stata timida è incostante. “Anie Rinnovabili auspica che il Pniec possa dar impulso ai sistemi di storage, fornendo un indirizzo chiaro, una pianificazione di medio-lungo termine e gli strumenti da adottare – ha commentato Alberto Pinori, presidente Anie Rinnovabili – ma occorre anche che legislatore e regolatore si adoperino successivamente per attuare quanto stabilito dal Pniec al fine di perseguire gli indirizzi stabiliti e di raggiungere gli obiettivi programmati”.

La presenza nel Pniec, evidenzia Viscontini, di “un’attenzione ben superiore a prima” a favore della generazione distribuita fa ben sperare nello sviluppo di progetti come PlatOne che punta a sviluppare l’integrazione della generazione distribuita di piccola taglia. “Si tratta di uno dei primi progetti finanziati in Europa che implementa la gestione della flessibilità energetica multilivello – spiega Ilaria Losa, responsabile del progetto per Rse – Questo grazie alla combinazione di misure di flessibilità, come accumuli, tecnologie domotiche, di automazione e alla tecnologia blockchain che genera molte aspettative. A livello inferiore, generatori, dispositivi di stoccaggio e consumo possono offrire e vendere le loro flessibilità”.

Prima dei “Visto Su” Quotidiano Energia e Canale Energia e delle “News Aziende”, il commento di Nicola Conenna, presidente Fondazione H2U, sul Ddl con delega al governo per la transizione energetica e la diffusione dell’idrogeno e un quadro degli scenari internazionali più rilevanti sul piano geopolitico e dei rischi su cui le imprese italiane dovranno concentrare la loro attenzione con il report dell’Ispi “Il mondo che verrà 2020”.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

© Copyright - Gruppo Italia Energia S.R.L. P.iva 08613401002
Registrato presso il Tribunale di Roma con il n. 221 del 27 luglio 2012