Il mercato nero degli F-gas nuovo nemico dell’ambiente

è on line il settimanale e7

I dati sulle attività illegali in Europa e in Italia nella cover story di e7
L’Italia sconta un primato poco edificante: è in cima alla classifica europea per segnalazioni di illeciti nel mercato degli F-gas (42 su 228 nell’ultimo anno). È quanto spiega a e7 Diego Boeri, vicepresidente fluorochemicals di The Chemours Company, membro dell’European fluorocarbons technical committee (Efctc).
Proprio Efctc ha lanciato una “Action Line” che consente a chiunque di segnalare il commercio sospetto di F-gas, un’iniziativa al centro della cover story nel nuovo numero di e7. In Italia, sottolinea Boeri, “è stato possibile effettuare controlli più efficienti che hanno portato a sequestri di F-gas illegali. Le segnalazioni vengono effettuate da utenti e professionisti del settore su prodotti non conformi o venduti illegalmente sul mercato”. Più in generale, “L’importazione di gas fuori quota sta compromettendo gli sforzi di ricerca e sviluppo delle aziende e la transizione verso soluzioni alternative”.
In questo numero del settimanale anche l’intervista a Francesca Casarico, ricercatrice del Laboratorio servizi pubblici locali Ref Ricerche e coautrice di uno studio sulle difficoltà del Sud in campo idrico. “Solo per citare qualche dato emblematico, la metà dell’acqua immessa nelle reti non raggiunge l’utente finale, con il 51,3% delle perdite idriche”.
In tema di rapporti, su e7 anche due articoli sui dati Gse relativi alle aste CO2 e sulla survey “Accelerating the 5G future of business” realizzata da Accenture.
Nel primo caso, fa sapere il Gestore, nel 2019 l’Italia ha ricavato 1,3 miliardi di euro dallo scambio di quote di emissione di CO2, denominate Eua (EU Allowances). Il prezzo medio ponderato è stato 24,6 euro (contro i 15,43 € nel 2018, +60%).
Per quanto riguarda lo sviluppo delle Tlc, invece, “dal lancio dei primi dispositivi alle prove degli hotspot urbani, il 2019 è stato l’anno del 5G che ha davvero catturato l’attenzione del pubblico”
Oltre alle consuete rubriche (Visto su Canale Energia, Visto su Quotidiano Energia e News dalle Aziende), nel settimanale anche il nuovo piano di investimenti energetici del Brasile, che vuole impegnare 575 miliardi di euro, e i finanziamenti Bers per l’efficienza energetica residenziale in Albania, dove si punta a ridurre le importazioni di energia del 19%, il consumo finale del 28% e le emissioni di gas serra del 27%.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Cogenerazione, l’asso nella manica delle industrie per il Green deal

Nella cover story l’intervista a
François Paquet, public affairs manager
Cogen Europe

La cogenerazione “è una soluzione chiave per produrre elettricità e calore con meno energia e può contribuire in modo significativo” al raggiungimento degli obiettivi posti in nome del Green new deal. È quanto spiega a e7 François Paquet, public affairs manager Cogen Europe, protagonista nella cover story del settimanale.

“Noi riteniamo che le diverse tipologie di energia siano collegate: pensare al gas, al calore e all’elettricità come elementi separati non è un approccio vincente”. In quest’ottica Paquet si aspetta che le politiche europee possano creare “un ponte” tra questi settori in modo da “garantire che i benefici dati da soluzioni come la cogenerazione siano adeguatamente ed equamente presi in considerazione”.

Tra gli obiettivi posti dall’associazione anche la richiesta di “una migliore spiegazione dei vantaggi della cogenerazione nelle strategie nazionali” e “salvaguardare la sicurezza dell’approvvigionamento energetico, in particolare il calore per motivi di competitività”.

Energia protagonista anche nell’approfondimento firmato da Alessandro Fontana di Assoclima e dedicato a “I vantaggi di una corretta manutenzione delle torri di raffreddamento”.

Di sicura importanza è anche la lotta ai cambiamenti climatici. Tema su cui il Parlamento europeo ha presentato il 4 marzo una proposta legislativa volta a sancire un obiettivo di neutralità entro il 2050 e su cui e7 dedicato un articolo in cui si raccolgono diversi punti di vista sulla proposta presentata.

Completa questo numero di e7, oltre alle consuete rubriche (Visto su Canale Energia, Visto su Quotidiano Energia, News dalle Aziende), un approfondimento sulle “Linee guida per l’applicazione della disciplina End of waste” pubblicate dal Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (Snpa); provvedimento che ha l’obiettivo di assicurare “l’armonizzazione, l’efficacia e l’omogeneità dei controlli sul territorio nazionale”.

Infine due articoli dedicati ai dati Clusit sul rischio informatico e sul contributo dei Comuni al percorso di sviluppo sostenibile tracciato dall’Agenda Onu.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Coronavirus, l’Italia dell’energia che non si ferma

Il settimanale e7 dedica un dossier alle best practice di resilienza

Il Coronavirus, oltre che un’emergenza sanitaria, è anche un’emergenza lavorativa. Una situazione di stress per le aziende in ogni settore. Ad alcune esperienze virtuose di resilienza è dedicato il dossier che apre il nuovo numero di e7.

In rappresentanza delle utility abbiamo intervistato il presidente esecutivo del Gruppo Hera, Tomaso Tommasi di Vignano che ci conferma come prima misura di emergenza intrapresa sia la turnazione e la quarantena preventiva delle persone con professionalità cruciali “per garantire la continuità delle attività in caso di aggravamento della situazione, adottando e incrementando le misure igienico-sanitarie preventive in tutte le nostre sedi, impianti e punti di contatto fisico dislocati sui territori di riferimento, anche nelle zone in cui non erano presenti casi di Coronavirus”. Inoltre l’azienda, come annunciato la scorsa settimana si è fatta carico di una forma assicurativa che fornisce “una indennità da ricovero, una da convalescenza in seguito a ricovero in terapia intensiva e l’assistenza post ricovero”. Un’emergenza che dal Gruppo viene monitorata con attenzione consci che può rappresentare, come sostiene lo stesso presidente esecutivo, “un banco di prova forte che sicuramente ci fornirà preziose indicazioni per il futuro”.

Il comparto delle rinnovabili su cui tanto si sta spingendo per centrare gli obiettivi di sostenibilità italiani ed europei rischia di subire una battuta d’arresto significativa se non si prendono provvedimenti. È quanto spiegato da Simone Togni, presidente di Anev (Associazione che siede all’interno del Coordinamento Free), che sottolinea: “Innanzitutto posso con orgoglio dire che il nostro comparto sta facendo ogni sforzo necessario per dare una mano al Paese in questo momento difficile”. Ora, però, “non si chiedono soldi ma di fermare la burocrazia, come ha iniziato a fare il Gse su indicazione del Mise, che oggi impone tempistiche per la comunicazione di dati e informazioni statistiche, tempistiche per la realizzazione degli impianti, tempistiche per la connessione alla rete e per mantenere in vita gli iter autorizzativi ecc. che l’industria del settore non può rispettare a causa del blocco del Paese dovuto all’emergenza sanitaria”.

Un’altra esperienza arriva da Wärtsilä Italia che ha la sua sede principale a Trieste, dove sono impiegate 1.100 persone. “La produzione è stata riorganizzata mantenendo attive le fasi lavorative essenziali e garantendo che il personale operi in massima sicurezza”, spiega Marco Golinelli, director energy solutions. “Insieme alle Rsl, i cicli produttivi sono stati analizzati e riprogettati in tempi brevissimi per evitare di avere due o più persone ravvicinate sotto il metro di sicurezza e questo anche grazie alla progettazione di nuovi tool per agevolare ulteriormente la cosa. I lavoratori non occupati in officina che, a seguito della riorganizzazione temporanea, non sono operativi, resteranno a casa e avranno accesso agli strumenti di supporto previsti”.

A completare il dossier di e7 anche un “post it” su dichiarazioni e azioni intraprese da alcuni protagonisti del settore, come Confservizi, Utilitalia, Fise Assoambiente e Fise Unicircular, Faib Confesercenti, Fegica Cisl, Figisc Confcommercio e Assovetro, oltre a Mit e Arera.

Non solo emergenza, su e7 anche un approfondimento di Vincenzo Triunfo sul mercato internazionale del Gnl e le peculiarità dell’Italia in questo settore: “Lo sviluppo del Gnl in un mercato energetico maturo, quale quello dei trasporti via mare, rappresenta un’occasione per accelerare il cammino verso la decarbonizzazione del settore e per incrementare la diversificazione delle fonti energetiche”. Nel nostro Paese, però, “c’è ancora un’assenza o scarsità di punti di approvvigionamento nei porti. Siamo rimasti indietro rispetto al nord Europa nell’offerta infrastrutturale dei depositi per lo stoccaggio e rifornimento”.

Un aspetto su cui, invece, l’Italia e il sud Europa sono più avanti rispetto al nord è la sensibilità verso il tema del climate change. Si tratta di una delle considerazioni contenute in un’analisi del Laboratorio Spl di Ref Ricerche dedicata al green deal. Nel documento di ricorda come proprio l’Unione abbia istituito nel 2018 un Technical expert group (Teg) che a sua volta ha definito sei obiettivi “driver” per l’ambiente: mitigazione del cambiamento climatico, adattamento al cambiamento climatico, conservazione e sfruttamento sostenibile delle risorse idriche e marine, transizione verso l’economia circolare con contenimento degli sprechi e riciclo, prevenzione e controllo dell’inquinamento, protezione e salute degli ecosistemi.

Completano questo numero del settimanale le rubriche Visto su Canale Energia, Visto su Quotidiano Energia e News dalle Aziende.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Rinnovabili e digitalizzazione,
è in arrivo Platoon

Nel nuovo numero di e7 la cover story è dedicata a un progetto Ue su big data ed energia

Il progetto europeo Platoon (Digital PLAtform and analyticTOOls forceNergy), finanziato dal programma Horizon 2020 con 11,5 milioni di euro, promette di riuscire a elaborare entro il 2022 una piattaforma digitale per lo scambio di big data che migliori la gestione della generazione distribuita e favorisca il nascere di nuovi business legati all’energia. A questa iniziativa è dedicata la cover story di e7.

Platoon si occuperà di fornire una nuova generazione di strumenti in grado di garantire un coordinamento affidabile ed efficiente tra principali generatori, operatori di rete, prosumer e risorse energetiche distribuite. Questo perché “il processo di digital trasformation nel mondo dell’energia è attuale e riguarda un po’ tutti gli elementi della catena del valore”, come spiega a e7 Erminio Polito, responsabile Energy di Indra (partner del progetto).

In occasione della Giornata mondiale dell’acqua di domenica 22 marzo abbiamo intervistato Giordano Colarullo, d.g. Utilitalia che ha evidenziato come in tempi di Covid-19 il valore dell’acqua sia comunque emerso: “la risorsa potabile è fondamentale per garantire la sicurezza, visto che la regola d’oro è lavarsi le mani, e la continuità del servizio è importante. Dunque, con questa giornata è comunque emerso”. Nel numero anche le iniziative di Consiglio nazionale geologi, Anbi e Istat.

In questa fase di emergenza da coronavirus è interessante osservare i consumi energetici, sintetizzati dall’ing. Vincenzo Triunfo (Ege) per e7: “Il decreto dell’11 marzo ha certamente portato una diminuzione dei consumi nel settore produttivo e, in modo particolarmente sensibile, fino al 22 marzo, in quello relativo al terziario, mentre ha spinto verso l’alto i domestici. Pertanto, il valore percentuale di diminuzione di consumo del settore terziario è sicuramente più elevato di quello riportato nel complesso. Nelle prossime settimane l’eventuale e ulteriore diminuzione che si registrerà sarà dovuta soprattutto al fermo delle attività produttive”.

Continua l’analisi degli effetti da Covid-19 con i dati del Copernicus atmosphere monitoring service (Cams), il servizio di monitoraggio atmosferico fornito dal programma comunitario di osservazione satellitare della Terra. Segue il position paper a cura della Società italiana di medicina ambientale in cui si sostiene come l’incidenza dei casi di infezione sembra sia strettamente connessa con la concentrazione di particolato atmosferico.

Ancora dati e statistiche con le rilevazioni Terna, relativamente ai consumi elettrici di febbraio 2020, e di Unione Petrolifera, per quanto riguarda quelli petroliferi nel primo bimestre 2020.

Completano questo numero di e7 le consuete rubriche Visto su Canale Energia e Visto su Quotidiano Energia e un ricordo di Paolo Vettori, scomparso presidente di Assogasmetano.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

© Copyright - Gruppo Italia Energia S.R.L. P.iva 08613401002
Registrato presso il Tribunale di Roma con il n. 221 del 27 luglio 2012