Come cambiano le fiere tra risparmio energico e nuovi business

E’ on line e7

Per chi si interessa dei settori energia e ambiente gli ultimi mesi dell’anno sono tipicamente caratterizzati da alcune delle maggiori fiere nazionali e internazionali del settore. L’avanzata del Covid-19 ha aumentato la trasformazione degli eventi fieristici in format digitali o ibridi.

Nei giorni di Ecomondo, punto di incontro riconosciuto nel settore energetico e dell’economia circolare, facciamo il punto su e7 con Maurizio Danese, presidente di Aefi, Associazione esposizioni e fiere italiane su un sistema che da sempre è motore di business, innovazione e cultura nel campo energy e che, tra l’altro, negli ultimi anni si è impegnato per rendere sostenibili dal punto di vista ambientale i propri eventi.  “Anche le fiere” spiega Danese “possono contribuire alla sostenibilità ambientale, oltre che allo sviluppo economico, attraverso un consumo e una produzione consapevoli. Un percorso che proseguirà anche nel futuro, compatibilmente con la ripartenza delle fiere.” Il numero prosegue con quanto emerso nel convegno di apertura di Ecomondo che si è svolto ieri.

Restando in tema di sostenibilità e7 continua con i dati del primo Rapporto di sostenibilità di filiera di Federbeton in cui emerge un grande potenziale per migliorare la sostenibilità del comparto e alcune criticità. Per superarle Federbeton propone di semplificare a livello normativo l’utilizzo del CSS Combustibile o End of Waste, prevedere finanziamenti agevolati per gli impianti di produzione di aggregati riciclati e IVA agevolata su tali prodotti; implementare, in aggiunta alla demolizione selettiva, centri di raccolta dei rifiuti delle costruzioni e demolizioni sul territorio, aumentare la tassazione per il conferimento in discarica; promuovere la consapevolezza tra i cittadini sull’importanza e la sicurezza della valorizzazione energetica dei combustibili di recupero in cementeria.

Innovazione nuove tecnologie sono la chiave della sostenibilità, per questo l’Italia non deve restare indietro e investire. In questo l’intervento di Luca Sut, capogruppo del MoVimento 5 Stelle in commissione Attività produttive alla Camera dei deputati sottolinea come sia centrale: “creare le condizioni strutturali affinché la partecipazione del Sistema Italia – mondo industriale, degli enti e centri di ricerca – ai programmi internazionali e comunitari, sia più incisiva, fino a divenire vero elemento catalizzatore del nuovo paradigma energetico richiesto dalla transizione ecologica”.

A chiusura del numero il post-it dedicato all’evento di Legambiente sul futuro del sistema idrico integrato, l’accordo di Snam con Iveco e FPT Industrial sulla biomobilità con idrogeno e biometano e le consuete rubriche “Visto su” Canale Energia e Quotidiano Energia e “News Aziende”.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Economia circolare e riciclaggio delle navi

Online l’ultimo numero di e7

In Italia non esiste una filiera per il riciclaggio delle vecchie navi. Un vuoto che fa rumore se si pensa all’impegno del settore marittimo sul fronte dell’efficienza energetica e della sostenibilità. Eppure il recupero delle materie prime usate per costruire le navi potrebbe portare alla nascita di un mercato di materie prime seconde e alla creazione di nuovi spazi di business.

Il corretto recupero dei mezzi navali, inoltre, permetterebbe di contrastare il fenomeno delle “navi spiaggiate” nei paesi del Sud Est asiatico, spiega nell’intervista di apertura del settimanale e7 Alessandro Panaro di Studi e ricerche per il Mezzogiorno (Srm). È ormai prassi diffusa che la nave sia ceduta ad intermediari identificati come ‘cash buyer’ che, una volta fatto il passaggio di bandiera, smontano il mezzo e ne riciclano o rivendono le parti.

Sempre sui cambiamenti che stanno attraversando il comparto marittimo, segue il contributo dell’avvocato Dario Soria, direttore generale di Assocostieri, sulle opportunità derivanti dall’integrazione dei reati tributari all’interno del D.lgs. 231/2001 in merito alla responsabilità amministrativa delle società e degli enti.

Sul settimanale anche spunti sulla crescita del settore biotech, per la quale sarà strategico saper coniugare scienza e imprenditoria, stimolare gli investimenti a supporto delle start up e fissare i principi normativi. Di nuove iniziative si parla anche con il segretario generale di Med-Tso Angelo Ferrante che presenta il progetto Teasimed (Towards an efficient, adequate, sustainable, and interconnected, mediterranean power system) per il Mediteranno, di cui stamattina l’associazione presenta le applicazioni del Mediterranean grid code al primo progetto pilota che si svolgerà in Maghreb.

Vediamo quali sono le finalità di questo nuovo progetto e come si evolve la posizione dei Tso nel Mediterraneo “La sfida più importante che probabilmente oggi Teasimed dovrà affrontare” spiega Ferrante “sarà su come coinvolgere in maniera efficace tutti i partner istituzionali regionali (Ministeri, autorità di regolazione, organizzazioni di settore), senza i quali il processo di integrazione di un’area così sensibile e delicata come la regione mediterranea non sarà possibile”.

Questo numero di e7 ripropone alcuni studi e approfondimenti: la sostenibilità dei trasporti nel rapporto del Jrc della Commissione UE; le strade digitali della green economy, con l’edizione 2020 di Ecomondo; il calo dei consumi petroliferi negli ultimi dieci anni attraverso i dati elaborati dall’Ufficio Studi di Unem.

Chiudono il settimanale il “Visto su” Quotidiano Energia e Canale Energia e le “News Aziende”.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Le sfide della circular economy

L’ultimo numero del settimanale e7 è online

Il 21 novembre prende il via la Serr, Settimana europea per la riduzione dei rifiuti. Nonostante la crisi sanitaria in atto, l’Italia ha registrato 3.469 azioni ed è tra le nazioni europee più attive nella prevenzione dei rifiuti. Anche la Fise-Assoambiente presta attenzione alla tematica, spiega nell’apertura di e7 il funzionario legale Luca Tosto. “Dal nostro punto di vista servono esempi virtuosi che parlano più di mille iniziative e che possono scaturire anche dal basso, incoraggiando fenomeni di emulazione positiva”.

Per questo l’associazione ha proposto un aggiornamento delle Linee guida per la redazione e l’implementazione di modelli di organizzazione e gestione. Ha anche avanzato la necessità di redigere una Strategia nazionale per la gestione dei rifiuti per “cogliere le opportunità che nei prossimi mesi verranno dai fondi europei e dal Programma nazionale per la gestione dei rifiuti”, ha proseguito Tosto. “Le istituzioni devono dare una mano al comparto” considerato che, secondo una stima dell’associazione, bisognerà destinare 10 miliardi di euro soprattutto a impianti di recupero e smaltimento.

Di recupero e risorse si parla anche nell’intervista a Filomena Castaldo, R&D di Eni, sulla biofissazione con i Led della CO2 ottenuta dalle micro-alghe. Nell’impianto di Novara il cane a sei zampe ha avviato un pilota per valorizzare la CO2 così ottenuta: “Dalla farina algale si possono ottenere integratori alimentari e nutraceutici (tra cui omega-3 carotene), prodotti per mangimistica, o per la cosmesi. Ma anche bio olio, non in competizione con le coltivazioni agricole, utilizzabile come materia prima nelle bio raffinerie”.

e7 dedica diversi approfondimenti al gas. Con Claudio Garbarino, delegato al piano strategico della Città metropolitana di Genova, illustra l’opportunità per il capoluogo, e per la Regione Liguria più in generale, di diventare un hub congiunto di Gnl e idrogeno. Il 19 novembre Genova ospiterà il Forum internazionale sul Gnl. Il settimanale presenta poi il Blue corridor rally, il progetto di Uniper Gazprom per esaltare i vantaggi e i benefici del gas naturale nei trasporti (quest’anno in modalità virtuale).

Come di consueto, e7 riprende i consumi elettrici di Terna contenuti nel nuovo rapporto mensile redatto dal Tso. Presenta, infine, il Milano green forum, che il 20 novembre prende il via in formato digitale.

Chiudono il numero le “News Aziende” e i “Visto su” QE e Canale Energia.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

Cooperazione multi stakeholder e visione olistica contro i cambiamenti climatici

Su e7 di oggi l’intervento di Christiana Figueres,
former executive secretary di Unfccc

Un numero dedicato alla transizione energetica e alla sfida del cambiamento climatico l’e7 di oggi che apre con l’intervento di Christiana Figueres former executive secretary di United nations framework convention on climate change (Unfccc), nel corso dell’evento organizzato dalla Reuters il 23 e il 24 novembre. Cooperazione multi stakeholder e visione olistica, la chiave per vincere la sfida del cambiamento climatico secondo la Figueres. Un approccio che è sempre più condiviso perché “Aumentano sempre di più gli annunci delle strategie sostenibili delle aziende il che evidenzia come sia chiaro alle grandi major che bisogna agire per il cambiamento climatico”. Stesso trend per la politica internazionale in quanto, come rimarca la former executive secretary di Unfccc, ha iniziato “l’Europa con il Green recovery package a cui poi hanno fatto seguito la Cina con una strategia al 2060, ma anche Corea, il Giappone, il Sud Africa e gli Usa.” e rimarca “agire insieme con più strumenti è l’unica via di uscita”.

Sulla scia della sfida del coinvolgimento multistakeholder vediamo con Fabrizio Negri, amministratore delegato Cerved Rating Agency le potenzialità dello strumento dei green bond. “Stiamo parlando di una cifra superiore all’attuale mercato italiano dei minibond”, spiega nel commento Negri, “dati che testimoniano come la sostenibilità, in particolare la finanza sostenibile, giochi un ruolo di primo piano per il mercato del credito, sia oggi che in prospettiva”.

Segue l’analisi del potenziale rinnovabile dell’area Mediterranea, individuato dallo studio pubblicato dalla DG Energy della Commissione Ue. L’ambito di studio ha interessato nove Paesi: Croazia, Cipro, Francia, Grecia, Italia, Malta, Slovenia, Spagna, Portogallo. Il focus è su cinque tecnologie energetiche: eolico offshore (fisso e galleggianti), energia delle onde e delle maree, eolico onshore e tecnologie solari nelle isole.

Guardando alla sostenibilità dal punto di vista delle opportunità per nuove professioni vediamo la presenza italiana nella prima edizione mondiale di Pitch the Future organizzato da Shell. Un progetto internazionale che punta a coinvolge i giovani di tutto il mondo in un confronto costruttivo sui temi della sostenibilità. Dei 130 Team in gara solo 13 hanno avuto accesso alla fase finale dell’esclusiva virtual league e tra questi il Politecnico di Torino. In classifica con un gruppo multidisciplinare di studenti all’interno della sfida “Decarbonizzare Casa”.

Nel numero oltre alle consuete rubriche “Visto su” e “News aziende” anche il lancio della prima piattaforma web sulle statistiche dell’energia elettrica del Mediterraneo a cura dell’associazione Med-Tso e la sfida dell’americana Crown di produrre imballaggi con il solo ausilio di energie rinnovabili.

e7, il settimanale di Quotidiano Energia

Economia circolare passando da reti, tecnologia, efficienza energetica, smart city, scenari e commenti: tutto questo è e7, il settimanale di Quotidiano Energia.

Il numero esce ogni mercoledì arricchito da contenuti multimediali in una veste grafica di impatto.

Un settimanale di approfondimento che guarda alle diverse sinergie del settore.

Il magazine interattivo è scaricabile anche in versione pdf.

Direttore responsabile: Agnese Cecchini

Registrazione presso il Tribunale di Roma con il n. 220/2013 del 25 settembre 2013

Editore: Gruppo Italia Energia s.r.l. socio unico

Server provider: FlameNetworks – Enterprise Hosting Solutions

e7 il settimanale di Quotidiano Energia

e7 il settimanale di QE

© Copyright - Gruppo Italia Energia S.R.L. P.iva 08613401002
Registrato presso il Tribunale di Roma con il n. 221 del 27 luglio 2012